giovedì 23 maggio 2019

Segnalazione: "Sorrow and Absolution" di Teresa Greco

Pubblicato da AlessiaM a 19:33:00 0 commenti
Sta per uscire un romanzo  in Self Publishing ed è super atteso, si tratta di "Sorrow and Absolution" di Teresa Greco secondo volume della Dilogia 'Sorrow'. Il 7 Giugno tornano Drake e Vivienne sempre pronti a farvi innamorare.. l'attesa è quasi finita.

Titolo: Sorrow and Absolution 
Serie: Secondo volume della Dilogia "Sorrow"
Genere: Romantic Suspense
Editore: Self Publishing 
Data di uscita: 7 giugno 2019
 
Sinossi: Mi chiamo Drake Sullivan e un tempo il mio nome era sinonimo di successo, soldi e gloria. Ero il padrone delle passerelle, un modello che aveva sempre gli occhi di tutti puntati addosso. L’obiettivo mi amava e io lo provocavo, lo ricambiavo. Poi è arrivato il giorno in cui ho annientato il demone del mio passato… e da allora mi sono allontanato dalla mia famiglia e dal mondo della moda. 
Vivienne Foster ha scelto di seguirmi, nonostante fossi ancora un uomo spezzato e pieno di rabbia. Da quando abbiamo preso quell’autobus, molte cose sono cambiate. Ho dovuto reinventare tutto ciò che ero abituato ad essere, e insieme ci siamo trasferiti in un anonimo paesino nella contea del Derbyshire dove il mio nome risulta ignoto. 
La vita da fuggitivi è stimolante e infelice allo stesso tempo, ma di certo non poteva essere eterna.
Basta solo incrociare la strada con la persona sbagliata, e ogni stabilità crolla. Arriva il momento in cui il karma comincia a muoversi anche contro di te e tu non puoi fare nulla per contrastarlo. 
Ed è a quel punto che trovi l’inferno: un posto dove non c’è libertà, un posto dove ti sembra di poter soffocare, un posto dove devi fronteggiare la feccia umana e cercare di sopravvivere. E mentre ti sforzi di risalire gli inferi, convivi con la consapevolezza di non poter avere nemmeno la tua compagna accanto. 
Sono da solo, a fare i conti con ciò che ho fatto e con la mia identità piena di ombre. Mi chiedo se è davvero questa la fine. Mi chiedo se l’amore è quella mano tesa che potrebbe afferrarmi e strapparmi via da qui, prima di essere ancorato al fondo.



COVER REVEAL: "Tracce profonde lungo il fiume" di Ornella De Luca

Pubblicato da AlessiaM a 09:00:00 0 commenti


Ben trovati! Oggi partecipiamo al Cover Reveal dell'ultimo romanzo della Orphanage serie di Ornella De Luca, "Tracce profonde lungo il fiume" ha come protagonista Igor e uscirà il 10 giugno (Sia in cartaceo che in digitale su Amazon). 

TRAMA: Dai boschi della Russia alle Ghost Town americane, un viaggio sia fisico sia mentale sulle colpe e le imperfezioni che non perdoniamo a noi stessi.

Igor Krovopuskov è ancora, ostinatamente, single.
Tutti i suoi amici sono andati avanti, hanno detto addio ai fantasmi del passato e, da orfani qual erano, hanno trovato una famiglia su cui poter contare. Ma Igor non ci pensa proprio.
L’amore è solo un’altra di quelle favole che non ha mai ascoltato da bambino, alle quali nessuno gli ha dato la possibilità di credere.
È ancorato con le unghie e con i denti alla sua vita da lupo solitario e a ciò che l’orfanotrofio ha sempre rappresentato per lui: l’unico luogo sicuro in cui abbia mai vissuto.
In lui convivono sia “l’Orso”, la testa calda più temuta di Boston, sia il ragazzino che mormora parole in russo durante la notte. Quale delle due parti prevarrà sull’altra? Ma soprattutto: a chi appartiene il nome che Igor evoca durante i suoi incubi peggiori? Chi è Nikolay?

Una matassa di capelli blu, occhiali da vista a fondo di bottiglia, piercing al naso e vestiti vintage: Marlena Zara Sharon è il risultato più improbabile dell’incontro fra antico e nuovo, una nerd mascherata da punk che ha smesso di vivere la sua vita dieci anni prima.
Quando ha perso tutto ciò che aveva ed è rimasta da sola ad arrancare nel mondo. “Arrancare” nel senso più letterale del termine, visto che Marlena è costretta a zoppicare ed è oggetto del più bieco bullismo da sempre.
Sarà una rapina nel negozio d’antiquariato dove lavora a darle la spinta a cambiare qualcosa e a lottare per la prima volta per ciò che non può sopportare di perdere. E il furto di un prezioso manufatto sarà la causa di un viaggio attraverso gli Stati Uniti con un’insolita compagnia…

Tracce profonde lungo il fiume è uncontemporary romance “on the road”; a ogni tappa una nuova scoperta di sé, fino a una straordinaria, commovente, chiusura del cerchio.
Tracce profonde lungo il fiume è il quinto e ultimo romanzo autoconclusivo della serie The orphanage, che segue le vicende di cinque amici, cresciuti insieme nella spettrale “Villa Sullivan”.





Frase sul davanti:


                   La strada per ritrovare se stessi è la più tortuosa di tutte.

mercoledì 22 maggio 2019

REVIEW PARTY: "Annegare" di Marni Mann e Gia Riley - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti

Ben trovati! Oggi partecipiamo ad un Review Party e vi parliamo di "Annegare" di Marni Mann e Gia Riley uscito il 17 Maggio grazie alla Quixote Edizioni.

Titolo: Annegare 
Autrici: Marni Mann & Gia Riley
Editore: Quixote Edizioni 
Data di pubblicazione: 17 maggio 2019
Genere: Dark Romance 

Trama: Quando siamo insieme, non riesco a respirare.
Ero in fuga. Dalla mia famiglia, dalla mia carriera, da ogni sogno che avessi mai avuto. Mi sono fermato quando ho incontrato lei. Ma anche lei stava scappando. Ho cercato di proteggerla; dal crollo, dalle ferite. Da lui. Aveva conosciuto solo pugni. Aveva ricevuto solo abusi. A un certo punto, aveva iniziato a credere di meritarlo. Stavo per cambiare quella convinzione. Stavo per renderla speciale. Perché, che lei mi volesse o no, io avevo bisogno di lei. Della sua dolcezza. Del suo corpo. Del suo desiderio. Proprio quando avevo ottenuto ciò che desideravo, sono dovuto scappare ancora. Ma questa volta, lo avrei fatto da solo.


Recensione: La trama di questo romanzo mi ha incuriosita sin da subito ed avevo delle aspettative molte alte, che, sono state sì ricompensate ma solo in parte. Andi e Clay però si sono dimostrati fin da subito due personaggi ben sfaccettati, pieni di incrinature, fragili ma anche forti, vittime di un destino beffardo ma che ha in serbo per loro l'occasione per rinascere. Entrambi in fuga, entrambi speranzosi di poter ripartire da zero e costruirsi una vita serena, entrambi pronti a raccontare la loro storia.
Andi è una ragazza ferita e spezzata nel profondo, nel corpo ma anche dell’anima, vittima di un uomo che credeva di amare ma che le ha sempre riservato solo violenza e dolore. Finché ha potuto ha cercato di resistere, ma inevitabilmente è arrivato l’attimo peggiore di tutti, quello in cui credeva davvero di essere ad un passo dalla morte. Quando però riesce a sopravvivere al momento peggiore di tutti decide di riprendere in mano la propria vita, scappare il più lontano possibile e tentare di dimenticare. Sarà proprio su un treno, in fuga da quell’uomo violento, che incontra colui che le cambia la vita.
Anche Clay scappa, si nasconde da chi non ha mai creduto in lui e lo ha incolpato senza sapere la verità, fugge privandosi dell’affetto della famiglia e rintanandosi in una solitudine che ormai lo ha portato a rassegnarsi. Tenta in tutti  i modi di rimanere invisibile agli occhi di tutti, ma arriva il giorno in cui sente di dover uscire dall'ombra per aiutare chi forse ha più bisogno di lui. Quando i suoi occhi si posano su Andi, capisce immediatamente di aver trovato un’anima affine e riconosce in quella ragazza una persona dolce ma spezzata, in fuga da qualcosa o qualcuno, una ragazza che ha bisogno di qualcuno di cui fidarsi e che per lui potrebbe essere la cura ai suoi mali anche se sarà difficile. Ciò che più mi è piaciuto di questo romanzo è sicuramente la dolcezza e delicatezza di Clay, che riesce a trovare le parole giuste al momento giusto; e ovviamente la bontà di Andi, nascosta dietro tanta sofferenza ma pronta a venir fuori.


"Le sue cicatrici non sono una vergogna e non c’è niente di brutto in loro.
Sono la sua storia, il suo passato. Rivelano la sua lotta e il suo coraggio.
Dimostrano quando sia straordinaria.
E ognuna di loro mi ha condotto da lei."



Andi e Clay si trovano a condividere un momento cruciale nella loro vita che cambia tutto: accade in fretta e con naturalezza, ma entrambi sentono di aver incontrato qualcuno di importante e non una persona solo di passaggio nella loro vita. Vicinanza, appartenenza, senso di protezione è ciò che lui sente per lei in modo semplice e naturale, quasi come fossero destinati a trovarsi. Lei sente di potersi fidare di un uomo, forse troppo in fretta ma è quasi inevitabile. E anche se con delle difficoltà, insieme imparano pian piano a rialzarsi. Il passato e la sofferenza di entrambi viene a galla, ed è catartico affrontarlo perché rappresenta il primo passo per entrambi per arrivare a chiudere il cerchio. Arriverà però il momento della resa dei conti dove ne uscirà vittorioso solo chi avrà osato, azzardato puntanto il tutto per tutto.
A mio avviso sotto alcuni aspetti questa è stata una storia un po’ affrettata in alcune situazioni o per l’evoluzione di certe dinamiche: un’amore a prima vista ci sta, succede anche nella vita vera a volte, ma il romanzo tratta anche temi di una certa importanza e delicatezza che per alcuni lati sono stati trascurati o comunque resi senza scendere troppo nel profondo. Non ho ben compreso le motivazioni o l’evolversi di alcune azioni dei personaggi, non solo dei protagonisti, un po’ forzate o deboli in alcuni punti, ma forse è stato un mio difetto quello di non essere riuscita a farmi prendere al 100% dalla storia seppure con tutte le sue qualità e punti a favore. Sicuramente non è un dark a 360 gradi se non per la crudezza di alcune scene o la delicatezza di temi come abusi e violenza; ma il pregio che ha avuto il romanzo è senza dubbio quello di aver mostrato la rinascita dei due protagonisti, il loro rialzarsi dopo mille cadute e la forza di ricominciare a vivere perché nonostante il male subito la vita sa essere anche bella. Che altro dirvi: approcciatevi a questo romanzo con le dovute cautele conoscendone pregi e difetti, o quanto meno il mio punto di vista che è sicuramente soggettivo e personale, dunque non condivisibile da tutti. Anzi, ancor meglio che ci sia chi possa apprezzare invece a pieno, storie così e farle splendere. Non mi sento però di valutare in maniera proprio bassa il romanzo perchè seppur su alcuni aspetti per me debole ne ha mostrati tanti altri di forza e decisione, quindi credo opterò per una via di mezzo. Alla prossima. - Ale      


 
VALUTAZIONE

sabato 18 maggio 2019

Anteprima: “La ragazza del suo migliore amico" di Cathryn Fox

Pubblicato da AlessiaM a 11:09:00 0 commenti
Ben trovati! Esce il 25 Maggio edito Triskell Edizioni il quinto volume della serie In the Line of Duty di  Cathryn Fox,  “La ragazza del suo migliore amico" ci racconta la storia di Skylar e Matt e del loro amore che è nato fin dall'infanzia ma che ancora non è sbocciato.

Data di pubblicazione: 25 maggio 
Collana: Romance 
Titolo: La ragazza del suo migliore amico 
Titolo originale: His Best Friend's Girl 
Serie: In the Line of Duty #5 
Autore: Cathryn Fox 
Traduttore: Elisa Ponassi 
Genere: Contemporaneo 
Lunghezza: 164 pagine 
ISBN ebook: 978-88-9312-522-2 
Prezzo: €4.49

Trama: Con un piccolo aiuto – e un piccolo calcio – della sua amica, potrebbe riuscire a ottenere l'uomo che vuole.
Lo Sky Bar di Skylar Redmon è frequentato regolarmente da soldati sexy. Eppure, lei è sola, e la cosa la sta stancando. Non le interessa un uomo che le faccia perdere la testa in camera da letto, lei vorrebbe solo un ragazzo stabile, gentile e compassionevole.
Peccato che quel ragazzo la veda ancora come la ragazzina con i codini della loro infanzia, e non come la donna forte che è diventata oggi. Ma forse, con un piccolo aiuto, le cose possono cambiare.
Come ex paramedico dell'ambulanza sul campo, Matt James è bravo a operare sotto pressione. Fingere di essere interessato a Skylar per aiutarla ad attirare l'attenzione del suo migliore amico? Niente di più semplice, perché non dovrà fingere. È innamorato di lei fin dalle scuole elementari, ma non ha mai fatto nulla per farglielo capire. Lei si merita qualcuno che possa offrirle di più.
Un tocco porta a un bacio, e un bacio a una notte che porta una – o tre – perversioni nel piano di Sky. Lasciandola a chiedersi se non stia inseguendo l'uomo sbagliato... e rischiando che quello giusto le scivoli dalle dita.

Avvertenza: in questo libro troverete una ragazza che ha messo gli occhi sul premio sbagliato e un piano molto debole... ma anche un eroe che di forza ne ha da vendere.

Ogni libro della serie Line of Duty può essere letto singolarmente.


Recensione: "Savage" di Debora C. Tepes

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti
Ben trovati! Oggi vi parliamo del nuovo romanzo di Debora C. Tepes uscito il 14 Maggio. "Savage" è un Retelling di una delle storie che più amavo da bambina e che ancora oggi adoro. Venite a scoprire cosa ne penso!

Titolo: Savage
Autore: Debora C. Tepes
Genere: Contemporary Romance/ Retelling
Prezzo: 2,99
Data di pubblicazione: 15 Maggio 2019

 
Sinossi: Una donna fortunata… Ecco come mi avrebbero definita in tanti.
Ma nessuno conosceva la verità.
Ero disposta a tutto pur di scappare dalla mia gabbia dorata e dal mio aguzzino. Mio marito, il sindaco di Sacramento.
E l’ho fatto.
Sono partita per rinascere.
Ho abbandonato il mio personale inferno per approdare in un paradiso di una bellezza accecante: la giungla è diventata la mia casa, l’oceano il mio solo amico, il cielo l’unico testimone.
Eppure questi luoghi inesplorati sono tutt’altro che ospitali e celano un pericoloso segreto. Due occhi glaciali mi scrutano nella notte, un predatore affamato mi bracca senza sosta, un animale feroce mi insegue con rabbia.
Lui è la natura. La più incontaminata, lussureggiante e insidiosa natura.
Un uomo.
Una belva.
L’ennesima.
Il fato non è stato clemente con me.
Mi chiamo Ophelia e sono una sopravvissuta.
Mi chiamo Ophelia e sono ancora in pericolo.
 
 
 
Recensione: Ophelia è un’anima spezzata, un corpo distrutto e un cuore troppo accartocciato che non riesce più a battere come un tempo. I giorni sereni e spensierati che qualsiasi ragazza vive sono solo un’illusione per lei, che vive nella paura, nell’ansia e nella violenza. Il suo carnefice, il marito, è il suo peggiore incubo e ciò da cui è costretta a scappare. Perché ormai di lei non è rimasto più niente e non ha nulla da perdere ma forse, tanto da guadagnare. E così scappa, fugge da una vita che non è mai stata sua e da un vero e proprio inferno. L’unica sua speranza è quella di poter ricominciare da capo, di raccogliere i cocci rimasti e costruire una vita più serena. E per un po’ ci riesce e le Isole Fiji diventano il suo paradiso fin a quando la vita la mette di fronte ad una nuova sfida che per lei sarà al tempo stesso la più difficile e grande delle avventure. Ancora una volta la sua vita sarà in pericolo ma il destino farà sì che in tutta quella sfortuna Ophelia arrivi su una piccola isola su cui trova riparo e si mette in salvo. Lì la natura fa da padrone, tra distese verdi e acque cristalline, paesaggi meravigliosi e aria fresca ed incontaminata. L’autrice mi ha trasportato all’interno del romanzo come solo lei sa fare, mi sono immersa nella lettura tanto che mi è sembrato quasi di sentire la sabbia sotto i piedi e la brezza tra i capelli, il rumore delle onde e il calore del sole sulla pelle quasi fossi io la protagonista di questa storia.
Ma Ophelia non è completamente sola in questa avventura perché su quell’isola incontra lui, Kamlesh, che lì ci è nato e vissuto da sempre, lontano dalla civiltà e dalle persone. E’ abituato alla solitudine, al silenzio e alla tranquillità, ad essere il solo umano su quel piccolo pezzo di terra. Per lui è tutto o niente, bianco o nero, non condivide, non dialoga e non è capace di lasciar avvicinare nessuno a sé, né tanto meno ne ha le intenzioni. E’ di una bellezza disarmante e di un fascino selvaggio e primitivo, con il corpo segnato da quella vita nella natura e due occhi in grado di risucchiare chiunque li guardi. 


È con gli occhi che comunichiamo, e lo sappiamo fare bene. Ci intendiamo e questa è una vera rarità. A volte si impiegano anni per capire una persona, altre volte invece basta un istante per connettersi anima e cuore.”


Quando però lei sbarca su quell’isola le loro strade si incrociano e separarle poi sarà difficile. Dovranno imparare a comunicare e collaborare, ad accettare di condividere spazi e tempo, di aiutarsi per sopravvivere agli ostacoli.
Ed è lì, su quella piccola isola, che due persone completamente diverse entrano in contatto: il loro sarà un incontro non solo di anime e corpi, ma anche di culture e modi di vivere diversi, di sentimenti e desideri lontani. All’inizio le differenze sembrano però insormontabili e i due non riescono proprio a comunicare ma, a poco a poco, imparano a capirsi anche senza il bisogno di parole. L’uno entra nel mondo dell’altro, nella sua testa e nel suo cuore; crescono, maturano ed imparano tante cose che forse senza il loro incontro non avrebbero mai avuto modo di scoprire. O. e K. sono sì diversi ma entrambi due anime buone e pure, piene di coraggio e forza ma anche di fragilità; dal cuore gentile e capaci di far innamorare il lettore senza riserve. Kamlesh con la sua dolcezza e sensibilità mi ha fatta capitolare ai suoi piedi ed Ophelia con la sua bellezza e la sua forza nascosta mi hanno conquistata a poco a poco. La loro è una coppia insolita ed inaspettata che vive un amore travolgente, carnale e disarmante, capace di confondere il cuore e la mente, che cresce lentamente e poi divampa, primordiale e senza freni.


“Non permetterò che le accada qualcosa di brutto, sarò il suo riparo contro la tormenta, sarò il fuoco per riscaldarla nelle notti fredde, sarò l’ossigeno quando le mancherà il respiro. Sarò il suo uomo e… se un giorno deciderà di lasciare l’isola, io la seguirò. Lo stesso spirito in due corpi diversi.”


L’esperimento della Tepes per me ha avuto pienamente successo: questo Retelling mi ha affascinata fin dalle prime pagine e l’autrice ha avuto la capacità di trasportami nella storia in punta di piedi ma con forza ed intensità. Il suo stile fresco, diretto e senza filtri rende come sempre la lettura fluida e mai noiosa, creando un mix vincente e coinvolgente fatto di dolcezza, passione, dolore, speranza, di scoperte, prime volte e soprattutto di tanto amore. Un amore capace di curare anche la più profonda delle ferite, di dare speranza e soprattutto in grado di far rinascere due persone spezzate ma che meritano davvero la felicità. O. e K. vi aspettano, pronti a farvi innamorare di loro e della loro storia, a farvi sognare ed emozionare. Io vi consiglio fortemente il romanzo ed ora attendo con ansia la prossima storia di quest’autrice! – Ale



VALUTAZIONE
 
 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos