lunedì 15 ottobre 2018

Recensione: "Album di famiglia" di Maria Capasso

Pubblicato da Morena a 17:11:00 1 commenti
Ben trovati Readers! Morena oggi torna sul blog con una nuova recensione e ci parla di "Album di famiglia" di Maria Capasso.


TRAMA: Nora, fin da giovane, aveva optato per la solitudine in nome dell'indipendenza. Se questa scelta non aveva mai pesato troppo per lei, dopo la morte della sua amata madre la protagonista si trova ad affrontare un dolore troppo grande per chi non ha nessuno a cui aggrapparsi. Prima di morire, la donna le aveva lasciato un raccoglitore nel quale aveva racchiuso le pagine della sua vita, quella che aveva sempre tenuto nascosta alla sua famiglia. Immergendosi nel suo passato del tutto inaspettato, Nora dà sfogo a tutta l'emotività che aveva finora represso, abbattendo la barriera che da sempre la separava dagli altri individui. In questo modo Marco, con la sua dolcezza e la sua sensibilità, riuscirà a farsi largo nella sua vita e a darle il giusto sostegno nella scoperta di una verità che va oltre le vicende private di una donna che ha voluto liberarsi dal peso dei suoi segreti.

RECENSIONE: Ed eccomi qui con una nuova recensione. Devo dire che il messaggio del libro è molto bello, toccante, profondo e mi piace molto come è stato strutturato, con l'alternanza tra le lettere della madre e il racconto della figlia Nora. Ho trovato questa scelta stilistica dell'autrice originale e soprattutto ha raggiunto l'obiettivo finale, ovvero quello di incuriosire, di coinvolgere il lettore e spingerlo a continuare a leggere.

Il libro d'altra parte è molto realistico, vero, diretto: mi è dispiaciuto molto leggere delle condizioni in cui una donna era costretta a vivere; le regole, i doveri che doveva rispettare e sopratutto l'obbligo del dover rinunciare ai propri sogni o amori solo per non deludere la famiglia e per non essere vista dalla società  con occhi diversi, indagatori, critici e sbeffeggianti. Quello rappresentato in questo romanzo è sicuramente uno spaccato realistico, freddo, della vita quotidiana, di quello che spero sia un passato che oggi non sia più presente. Credo che con il passare del tempo, noi come esseri umani abbiamo fatti molti passi avanti anche se per alcune cose dobbiamo  ancora lavorarci.
La storia mi è  piaciuta molto, mi ha commossa e toccato il cuore, però  devo dire che per alcuni aspetti l'ho trovata troppo frettolosa, o forse più lenta di come di solito sono abituata a leggere. Ad esempio l'incontro fra Marco e Nora e la loro storia li ho trovatiforse troppo veloci; non mi sono goduta il lento evolversi della storia d'amore, quei passaggi più profondi e caratterizzanti che ti fanno sentire direttamente sulla propria pelle la storia che si legge. Altro personaggio importante è Sergio, ed anche qui l'incontro con Nora me lo ero figurato diversamente mentre leggevo il romanzo, forse più approfondito e con una maggiore caratterizzazione dei sentimenti: da parte di Nora mi aspettavo rabbia, pazzie, atti impulsivi ed invece è andato tutto molto diversamente. Nonostante tutto però il libro è riuscito a farmi piangere, devo ammetterlo: mi sono commossa, mi sono emozionata e qualche lacrima è scappata, per cui non posso che ammettere la capacità di coinvolgimento emotivo della storia, ed in questo l'autrice è stata brava.  Per quanto riguarda quindi il messaggio, la trama e la competenza comunicativa credo compensino in parte l'approfondimento che mi sarebbe piaciuto vedere, ma tutto sommato il mio giudizio è sicuramente positivo!
Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima recensione. - Mory


VALUTAZIONE

venerdì 12 ottobre 2018

COVER REVEAL: "La luna nell'oceano" di Benedetta Cipriano

Pubblicato da AlessiaM a 14:00:00 0 commenti


  
Ben trovati Readers! Oggi il blog partecipa al Cover Reveal del nuovo romanzo di Benedetta Cipriano, intitolato "La luna nell'oceano". Pronti per una nuova emozionante lettura?!
 

 
Titolo: La luna nell’oceano
Data di uscita: 10 Dicembre 2018
Genere: Contemporary Romance
Autrice: Benedetta Cipriano


Trama:


Il mio nome è Lua e significa luna.
I miei occhi però non sono luminosi quanto quello spicchio perfetto che ogni notte tinge d’oro l’oscurità. Il mio sguardo è ormai spento e la mia mente è come la seconda parte di un romanzo mai concluso.
La mia vita è stata soffiata via, come le foglie con il vento gelido invernale.
Sono distrutta, come un puzzle di cui si sono persi i pezzi. Sono un frammento di un vetro rotto, sono divenuta la malinconia di un tramonto rosso e stanco.
Sono spezzata, eppure combatto, eppure resto in piedi. Eppure ce la faccio.
Ho perso il mio cuore nell’oceano e ho lasciato che i miei ricordi si confondessero tra le sfumature di una conchiglia.
Sono dolore che si mescola alla schiuma delle onde.
Sono il rimpianto che si riempie di salsedine e il ricordo di un’estate volata via troppo in fretta.
Sono pioggia, sono fango, sono un vuoto destinato a non riempirsi mai.
Lui si chiama Maverick e ha gli occhi più blu degli abissi, ma io non posso specchiarmici, perché quegli occhi sono azzurri, sono profondi, sono come il ghiaccio che attanaglia il mio cuore ogni volta che osservo l’oceano.
Lui è la bellezza, la ribellione, la sensualità, la passione, ma è anche ciò da cui devo stare lontana.


Il mio nome è Maverick e sono un ribelle. Ribelle come le onde che cavalco ogni giorno e libero quanto la mia tavola da surf.
Vivo su una spiaggia in prossimità dell’oceano e lascio che sia il vento dolce californiano a portare via con sé tutti i brutti ricordi.
Sono cresciuto senza una meta e ho lasciato che le onde fossero casa mia.
Sulla mia tavola da surf è inciso il mio nome e l’inchiostro da cui è macchiata la mia pelle mi ricorda ciò che ero, lasciando che io scelga di essere ogni giorno ciò che sono.
Lei si chiama Lua ed è bellissima. I suoi occhi sono un campo minato e il suo cuore una bomba pronta a esplodere.
Non mi guarda, ma io la osservo.
Non mi tocca, ma io lo faccio.
Mi sfugge, ma io la prenderò, perché quel cuore celato dietro una barriera di cristallo sente ancora il bisogno di tornare a battere.
Sono Maverick, sono un combattente e lei è la mia piccola luna da conquistare.
E io lo so, sarà mia.







Cover Designed by Catnip Design-http://www.catnipdesign.it







COVER CARTACEO 

 







BIOGRAFIA AUTRICE


Sono una lettrice compulsiva. Il mio mondo è fatto di carta e inchiostro, credo nelle favole e spero sempre nel lieto fine. La scrittura mi permette di volare con la fantasia, mi bastano una penna e un foglio per ritrovarmi in un posto lontanissimo, magari con uno zaino in spalla, riscaldata dal sole caldo della California, pronta ad affrontare un’avventura on the road. Sono una sognatrice, ma dato che detesto che il sogno abbia fine, quando apro gli occhi scrivo, immagino, creo un mondo perfetto del quale potermi innamorare abbandonando per qualche attimo la realtà.




Altri romanzi:

Lacrime in collisione
Dove vai tu
Via con me (Novella)
Tutti i tuoi respiri



Resta in contatto con Benedetta:

Facebook
https://www.facebook.com/benedettaciprianowriter/

E-Mail:
philosophia2014@libero.it

Instagram
Philosophia2014



 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos