sabato 16 luglio 2016

Recensione: "Possession - Ascesa" di Valentina C. Brin

Pubblicato da AlessiaM a 17:09:00


Oggi sono qui per parlarvi di  "Possession - Ascesa”un nuovo romanzo self-publishing di Valentina C Brin.  Si tratta  il primo libro della duologia spin-off della saga Obsession. Ma per chi non  l'avesse letta, non andate nel panico, perché  Possession fa parte di una storia a sè stante, quindi può essere letto separatamente da Obsession!








Titolo: Possession. Ascesa 
Autore: Valentina C Brin
Serie:  #1 Possession
Editore: Self publishing
Data: 6 Giugno  
Genere: Erotico-Storico
Categoria: M/M








Trama: “Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l’unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c’è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile. Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C’è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità. I torti non si perdonano e per il sangue versato c’è sempre un prezzo da pagare.”

Recensione: Con la recensione di oggi, cambiamo genere delle nostre letture. “Possession” è un libro che mi ha sorpresa molto: il romanzo, che per numero di pagine promette già una lettura impegnativa, non delude le aspettative. 
L'autrice ha perfettamente distribuito l'evolversi della storia per tutto il corso della lettura: non ci troviamo infatti davanti a quei romanzi del "tutto e subito", no; qui gli eventi arrivano come conseguenza a molti altri fattori... nulla è scontato, nulla è banale.
È un romanzo scritto molto bene, che è riuscito a farmi immaginare come una persona vivente in quell'epoca piena di differenze tra i nobili e la loro servitù, tra i ricchi e i poveri, tra quelli fortunati e quelli sfortunati .In questa storia dove sono diversi i personaggi sulla scena, ognuno di loro ha il proprio posto e il proprio ruolo, ognuno è necessario, quasi indispensabile per l'evolversi della storia.
 
Charles è l’erede del Duca di Norfolk, è un giovane orgoglioso e sicuro di sé, almeno fino a quando non conosce Dorian,  un ragazzo orfano preso a servizio nella casa del duca. L’arrivo di Dorian stravolge la vita di Charles, mettendolo di fronte a un lato di sé che non conosceva e che farà' fatica ad accettare poichè questo vorrebbe dire mettere in dubbio tutta la sua vita, la sua intera esistenza vissuta fino a quel momento.
 
L’attrazione che Charles prova per quel ragazzo, scatena in lui un mare di emozioni contrastanti e quella che emerge di più fra tutte è senz'altro un miscuglio di amore-odio così forte da spingerlo ad allontanarsi da lui, per tentare di cancellare queste sue pulsioni inaspettate ed evitare di commettere sciocchezze di cui potrebbe pentirsi.
Charles è un personaggio difficile da comprendere: non ci basta attenerci ai fatti per capirlo davvero, ma bisogna scendere nel profondo per cercare di comprendere il perché delle sue imprevedibili azioni, alcune anche molto discutibili. 


“Il marchese sorrise. Un sorriso largo, astuto, che rese il suo volto tremendo e meraviglioso. Eccola lì, si ritrovò a pensare: un’altra sfumatura della sua anima. Un altro sasso acuminato.”


Ma, a differenza di come si possa pensare, Dorian non è completamente una vittima: egli stesso infatti, non ha la forza per combattere l’attrazione che prova a sua volta per il giovane nobile, pur essendo stato messo in guardia da Eugene, l’uomo a capo della servitù, che tenta di proteggere Dorian, aprendogli gli occhi sulla realtà delle cose. 
Charles cerca in tutti i modi di combattere quello che prova: Dorian, la fonte della sua ossessione, è l’unico ad avere il potere di calmare la bestia che è in lui, ma purtroppo è anche l’unico a farla scatenare in altri momenti senza esserne consapevole.

Il finale però non ci porta alla conclusione di questa fantastica e coinvolgente storia, che in realtà sembra essere solo l'inizio, quasi la punta dell'iceberg;e la bravura dell'autrice è stata anche questa ovvero, grazie anche ad uno stile chiaro e diretto ed una scrittura molto curata, quella di aver dato vita ad una storia intricata, ricca di suspance, di sensualità e la giusta misura di erotismo che non guasta mai!
Nonostante alcune azioni che possono non essere condivise (di entrambi i protagonisti) sono riuscita ad apprezzare questo romanzo e aspetto con trepidazione di leggerne il continuo!  
A presto! - Ale



VALUTAZIONE 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos