giovedì 27 gennaio 2022

REVIEW TOUR: "Loving The Game" di Nicole Teso - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 09:00:00 0 commenti

Ben tornati Readers! Oggi torniamo sul blog con la recensione del nuovo romanzo autoconclusivo di Nicole Teso; "Loving The Game" in uscita domani 28 Gennaio. Venite a leggere cosa ne pensiamo.


Titolo: Loving the Game
AUTOCONCLUSIVO
Genere: Romance (Enemies to Lovers) (Contemporary Romance)
Prezzo ebook: 2.99
Prezzo cartaceo: 15,00
Data di pubblicazione: 28 Gennaio 2022

TRAMA:


“È iniziato tutto come un gioco.

Poi… Il gioco è diventato tutto”.


I media mi conoscono come Beverly McBerry, la nuova promessa del poker americano, ma è solo finzione. Un bluff. L'ennesimo camuffamento.

Il mio vero nome è Abbie Taylor. Sono una sopravvissuta. Una bugiarda. Una ladra. 

Vincere il Route 66 Poker Tour è la mia occasione per incassare un milione di dollari e lasciarmi il passato alle spalle. Un ultimo viaggio che mi condurrà dalla West Coast alla East Coast prima di sparire per sempre. 

Tuttavia devo fare i conti con una complicazione: Jason Cass, l'uomo più insopportabile che abbia mai conosciuto. È dannatamente bravo. Gioca come un prestigiatore. Incanta le folle. Ripulisce il banco. 

È il mio peggior nemico, ma anche il mio unico alleato. Dovrò solo ignorare quello che provo per lui, qualsiasi cosa sia, e fregarlo. 

Prima che lui freghi me.

 

Mi chiamo Jason Cass e ottenere sempre ciò che voglio è la mia specialità. 

Il mio obiettivo è diventare il campione mondiale di poker.  Essere venerato al pari di un Dio.

Un gioco da ragazzi per un professionista del mio calibro. Se non fosse per un'esasperante biondina che si è messa in testa di ostacolarmi. 

Beverly McBerry è irritante, testarda e avventata, ma è la giocatrice più astuta con cui mi sia mai scontrato. 

Ecco perché le propongo un accordo. 

Due mesi. Un viaggio Coast to Coast.

Otto città. La certezza di ottenere entrambi ciò che vogliamo. 

Ma le cose si complicano.

Oltre a collezionare vittorie, dovrò affrontare un maledetto imprevisto:

Il desiderio che provo per lei. 



Recensione: Quella dei nostri protagonisti, Abbie e Jason, si mostra essere fin da subito una vita costellata da tante sofferenze e dolore, chi in un modo e chi nell'altro.
Abbie era una ragazza semplice e spensierata fino a pochi anni fa, fino al momento in cui la sua vita è stata totalmente rovinata e distrutta. E' stata messa duramente alla prova, sia fisicamente che psicologicamente, ma lei è stata forte e da quella brutta esperienza ha trovato la forza di risollevarsi e prendere in mano la sua vita. Ma dal giorno della sua rinascita, lei è cambiata e per sopravvivere ha dovuto imparare a mentire, rubare, imbrogliare e vivere una vita non sua. Sfugge da ogni tipo di legame e relazione, non lascia che nessuno le si avvicini e le legga negli occhi, almeno fino all'incontro con Jason.
Jason  è abituato ad ottenere sempre ciò che vuole, vive le esperienze ogni volta al limite senza paura di rischiare e perdere. La sua vita per lui conta poco ma l'unica cosa che vuole ottenere è la fama e la gloria; essere ricordato come un campione e vivere, finchè potrà, godendosi soldi e successo. Non si è mai innamorato, non si è mai aperto a nessuno e le sue uniche compagne di vita sono state la droga, l'alcool e le donne da una notte. Una serie di sfortune dopo le altre fino al rocambolesco incontro con una biondina che gli darà del filo da torcere. 


Per due personaggi dai caratteri così forti, agguerriti ed ostinati non poteva che essere odio al primo incontro e quando il destino li porterà a dover stringere un accordo per ottenere ciò che vogliono, tutto si complica ancora di più. Entrambi campioni di poker, vogliono vincere il Route 66 Poker Tour, e se questo vorrà dire allearsi entrambi sono disposti al compromesso. Ma quando due nemici diventano alleati e poi amici, tutto inizia a cambiare. Più i due si conoscono, più scoprono di essere molto più simili di quanto credessero; ma se da un lato queste similitudini li avvicinano, dall'altro li allontanano al tempo stesso, consci di non essere pronti alla possibilità di soffrire ancora. Arriverà però il momento delle decisioni: cosa sceglieranno tra il perdersi però ottenendo ciò che volevano, e il rischio di lasciarsi andare e rinunciare a soldi e fama? Per scoprirlo, dovrete assolutamente leggere questo imperdibile romanzo.
Entrambi i personaggi hanno qualcosa da dirci e raccontarci, pagina dopo pagina li si sente sempre più vicini e sono sicura che a lettura conclusa vi avranno lasciato qualcosa su cui riflettere e di cui fare tesoro.
In un crescendo continuo di pathos e azione, l'autrice ci racconta una storia di forza, dolore, rinascita, e di seconde possibilità, in una lotta tra cuore e testa che ci terrà incollati alle pagine.  Il suo stile è come sempre accattivante e incalzante, capace di rapire il lettore fin dalle prime pagine; fluido e senza filtri ci immerge subito nella storia e nella vita dei protanositi. Non ha paura di osare, di rischiare, di raccontare storie dure e crude per quel che sono  ma capaci di rappresentare il punto chiave di svolta in ogni storia. Vi lascio e vi invito dunque alla lettura non solo di questo ma anche di tutti gli altri romanzi di questa autrice che fino d ora non mi ha mai deluso. - Ale

 



VALUTAZIONE

 



giovedì 23 dicembre 2021

COVER REVEAL: "Loving The Game" di Nicole Teso

Pubblicato da AlessiaM a 09:00:00 0 commenti



Ben tornati Readers! Oggi torniamo sul blog ospitando il Cover Reveal del nuovo romanzo autoconclusivo di Nicole Teso; "Loving The Game" arriva il 28 Gennaio. Vi lasciamo qui la trama con tutte le info.


Titolo: Loving the Game
AUTOCONCLUSIVO
Genere: Romance (Enemies to Lovers) (Contemporary Romance)
Prezzo ebook: 2.99
Prezzo cartaceo: 15,00
Data di pubblicazione: 28 Gennaio 2022


TRAMA:


“È iniziato tutto come un gioco.

Poi… Il gioco è diventato tutto”.


I media mi conoscono come Beverly McBerry, la nuova promessa del poker americano, ma è solo finzione. Un bluff. L'ennesimo camuffamento.

Il mio vero nome è Abbie Taylor. Sono una sopravvissuta. Una bugiarda. Una ladra. 

Vincere il Route 66 Poker Tour è la mia occasione per incassare un milione di dollari e lasciarmi il passato alle spalle. Un ultimo viaggio che mi condurrà dalla West Coast alla East Coast prima di sparire per sempre. 

Tuttavia devo fare i conti con una complicazione: Jason Cass, l'uomo più insopportabile che abbia mai conosciuto. È dannatamente bravo. Gioca come un prestigiatore. Incanta le folle. Ripulisce il banco. 

È il mio peggior nemico, ma anche il mio unico alleato. Dovrò solo ignorare quello che provo per lui, qualsiasi cosa sia, e fregarlo. 

Prima che lui freghi me.

 

Mi chiamo Jason Cass e ottenere sempre ciò che voglio è la mia specialità. 

Il mio obiettivo è diventare il campione mondiale di poker.  Essere venerato al pari di un Dio.

Un gioco da ragazzi per un professionista del mio calibro. Se non fosse per un'esasperante biondina che si è messa in testa di ostacolarmi. 

Beverly McBerry è irritante, testarda e avventata, ma è la giocatrice più astuta con cui mi sia mai scontrato. 

Ecco perché le propongo un accordo. 

Due mesi. Un viaggio Coast to Coast.

Otto città. La certezza di ottenere entrambi ciò che vogliamo. 

Ma le cose si complicano.

Oltre a collezionare vittorie, dovrò affrontare un maledetto imprevisto:

Il desiderio che provo per lei. 





------------------------------------------------------------------------------------








BIOGRAFIA AUTORE: Nicole Teso è nata a San Donà di Piave nel 1996.

Commessa di giorno e folle autrice di notte, ha esordito a soli diciannove anni, autopubblicando “Loving the demon”, primo volume di una trilogia dark che ha riscosso un grande successo nel mondo del self-publishing.
Nel 2018 ha firmato un contratto con la Newton Compton Editori che le ha permesso di approdare sugli scaffali delle librerie italiane con i titoli: “Il mio meraviglioso imprevisto” e “Dove inizia la tempesta”.
Legge da quando è nata e scrive da quando le è stata messa una penna in mano. Ama qualsiasi genere di storia, purché intensa e popolata da protagonisti dall’animo oscuro. Nel tempo libero le piace fare shopping, viaggiare e nascondersi nei mondi immaginari creati dalla sua mente. Per rimanere sempre aggiornato sulle sue pubblicazioni visita il sito: www.nicoleteso.com



sabato 25 settembre 2021

Recensione: "Ombra d'argento" di Benedetta Cipriano

Pubblicato da AlessiaM a 17:03:00 0 commenti

Ben trovati! Oggi torniamo sul blog a parlarvi di una delle nostri autrici del cuore. Torna Benedetta Cipriano col suo nuovo romanzo "Ombra d'argento", che come ogni sua altra opera ci ha colpite dritte al cuore. Venite a leggere cosa ne pensiamo. 

                                          

Titolo: Ombra d'argento
Autore: Benedetta Cipriano
Editore: Self
Genere: Contemporary Romance
Data di pubblicazione: 15 Settembre

 

Trama:

C’è un momento nella vita in cui credi di aver perso ogni cosa.
È successo a me, è successo a qualcun altro e forse succede a tutti.
Ma io non ero pronta ad accettarlo. Non ero pronta a mettere da parte le mie sneakers consumate, il mio zaino in spalla e la mia anima da vagabonda. Perché viaggiando ho imparato a guardare il mondo con nuovi occhi e ad alleggerire il cuore.
Il cuore, quel muscolo al centro del petto che inarrestabile continua a battere, anche quando ti senti troppo stanco per continuare a lottare.
Perché quando la vita ti pugnala alle spalle, decidendo di ridurre i tuoi sogni in polvere, distruggendo il tuo sorriso e infilzando la tua anima con un milione spilli, non puoi far altro che provare a stare a galla per non affondare.
Ma io non ero abituata a stare a galla. Non ero abituata a sopravvivere. Io ero abituata a vivere. A sentire la mia anima incendiarsi come un fuoco d’artificio, i miei occhi azzurri brillare anche durante la notte più cupa e le mie mani tremare per l’emozione.
Mi chiamo Malena e, prima che il destino decidesse di giocarmi un brutto scherzo, ero dinamite. 
Ero fuoco, vento, tempesta.
Adesso non sono altro che un ricordo sbiadito di ciò che ero. Uno sguardo senza luce e un cuore senza scintille.
Ma nonostante tutto, non sono ancora pronta ad arrendermi.
Così, ho deciso di partire, ma non per girare il mondo. Ho deciso di farlo per ritrovare me stessa.
Quello che non avrei mai immaginato, però, è che lì, nel cuore della pampa argentina, in un casale lontano dal caos della realtà, avrei incontrato lui…
Lui, con il suo sguardo da sognatore e l’anima d’artista.
Lui, con le sue dita sporche di colore e il cuore in subbuglio.
Lui, con l’aria da burbero e la lingua tagliente.
Lui, distrutto e arrabbiato quanto me.
Lui che… senza chiedere il permesso, al buio, ha riacceso una scintilla: la mia.


Recensione: Quando termino un libro e ho subito la voglia di ricominciarlo, rapita dalle mille sensazioni ed emozioni che mi ha suscitata, allora questo vuol dire che tra le mie mani ho una piccola meraviglia. E questo mi succede sempre con i romanzi di Benedetta: lei ha la straordinaria capacità di creare ogni volta una storia diversa con protagonisti sempre nuovi e differenti ma riesce sempre a rapirmi il cuore. Ogni volta mi innamoro irrimediabilmente dei suoi personaggi, delle loro anime belle ma tormentate, del loro cuore puro e pieno di amore. Leòn e Malena mi hanno conquistata fin dalle prime pagine: lui col suo carattere burbero e la sua corazza invalicabile; lei con la sua anima ferita ma coraggiosa.
Leòn è il tipico pittore tormentato, quello pieno di pensieri e riflessioni, ma diversamente da tutti gli altri, dipinge pur essendo avvolto e in balìa delle ombre. In passato ha amato ma da tempo ormai si è chiuso in sè, convinto di non poter essere più in grado di conoscere e apprezzare la bellezza della vita nè tantomeno di poter essere ancora amato. Il suo tormento mi ha fatta davvero soffrire mentre leggevo e il mio cuore si rattristava per questo ragazzo che meritava ogni bene e felicità ma a cui la vita ha giocato un rutto scherzo. Eppure, anche dalle sue mancanze e carenze ha saputo tirar fuori, da vero guerriero, il lato positivo e il modo di continuare a vivere. 
Malena era una viaggiatrice e anima libera, una combattente, un'anima ferita dalla vita che ha tentato di metterla in ginocchio; ma lei ha lottato e seppur profondamente segnata dalle sue esperienze ora ha di fronte un futuro da costruire. Ma ciò che ha vissuto, seppur ora nel passato, ha ormai modificato la sua personalità e il suo modo di vivere, ne ha minato la speranza e ferito l'anima. Si è allontanata da tutto e tutti, conscia di aver perso qualcosa che pensava di non volere ma che adesso la fa profondamente soffrire, attanagliata dalla costante paura che ciò che l'ha distrutta possa ritornare a bussare alla sua porta.
Entrambi devono riscoprire se stessi e la loro essenza, tornare ad ascoltare il proprio cuore e a lasciar avvicinare nuovamente qualcuno. Il loro è un incontro scoppiettante fin dal primo momento e lascia presagire un rapporto pieno di punzecchiamenti e battibecchi che nascondono una profonda attrazione. Sembrano essere agli antipodi e anzi, pare quasi non si sopportino, ma la vita si sà è imprevedibile e forse il destino aspettava solo il momento giusto per farli incontrare. Contro ogni previsione i due si scoprono più affini che mai: più lasciano che l'altro si avvicini più riscoprono parti di sè sopite e che credevano di aver perso.

 

"Quella notte, sento di essermi ritrovata, di essermi ricongiunta con una parte di me che credevo di aver perso.
Così svanisce ogni paura, mentre mi addormento tra le braccia di un uomo a cui ho permesso di avvicinarsi a me, di conoscermi e a cui, senza accorgermene, ho donato il cuore." 

 

Ma avere coraggio di rischiare e mettersi in gioco non è sempre facile, questo Leòn e Malena lo sanno bene e per loro non sarà tutto rose e fiori. Eppure si capisce fin da subito che i due sono destinati a innamorarsi perdutamente e senza freni, di quell'amore puro e profondo che unisce le anime e i cuori prima che i corpi. Perchè loro sono fatti così, tutti pieni di pensieri, tormenti ed emozioni difficili da decifrare ma con tanto di quell'amore da dare che non si può contenere in in cuore solo. Benedetta come sempre ci accompagna nelle loro vite in punta di piedi, ce ne fa conoscere le ferite e le cicatrici mostrandocele senza pudore o vergogna bensì facendoci capire quanto ogni cosa, bella o brutta vissuta, ci segni e formi le persone che diventiamo e siamo. Leòn e Malena mi hanno incantato e tenuta incollata alla loro storia dall'inizio alla fine: ho vissuto la loro sofferenza, i loro tormenti e le loro gioie, ho sentito sulla mia pelle i loro brividi e provato la gioia dell'innamoramento in tutte le sue sfaccettature. Credo non potrebbero esserci due persone così perfette insieme di loro due. Loro, che sono l'immagine perfetta dell'amore, mi hanno infuso un po' di speranza nella vita e nel destino, nella rinascita e nelle seconde occasioni che se abbiamo il coraggio di cogliere, possono sorprenderci. 
L'autrice col suo sitle diretto, dolce e delicato al pari di una bellissima poesia, ci lascia immergere nella storia corpo e anima, arriva dritta al cuore capace di fartelo sentire più vivo che mai. Non mi stanco mai di ringraziarla per donaci queste piccole perle, meraviglie e capolavori che non potrebbero essere scritti se non da un'anima bella, profonda e a suo modo tormentata come lo è Benedetta. E se ancora non vi ho convinti a leggere questo romanzo, allora lasciatevi convincere da Leòn e Malena, vi assicuro che non ve ne pentirete. 

 

 

VALUTAZIONE:  5 STELLINE      





giovedì 20 maggio 2021

REVIEW PARTY: "Un sogno da realizzare" di Violet Calwind

Pubblicato da AlessiaM a 09:30:00 0 commenti

 



Oggi vi parliamo di  "Un sogno da realizzare" di Violet Calwind, uscito per la collezione Romance Harmony, venite a leggere cosa ne pensiamo. 

 

Titolo: Un sogno da realizzare
Autrice: Violet Calwind
Collezione - n. 3562
Disp. in edicola: 8 Maggio 2021
Disp. sullo shop: 19 Aprile 2021

Trama: Giulia si è appena laureata con lode in pedagogia, ha grandi ambizioni e in attesa di realizzarle si accontenta di un lavoro come baby-sitter. Non appena conosce il suo capo, il ricco e impegnatissimo Roberto, si rende però conto che il verbo accontentarsi non potrebbe essere più sbagliato: Roberto è un uomo dolce, attraente e sensibile, per quanto scottato dal tradimento di sua moglie. Lavorare per lui diventa giorno dopo giorno sempre più eccitante, e durante un viaggio a New York tra loro scoppia la passione. Quando la felicità sembra ormai a portata di mano, però, tutto sembra svanire in un istante: a volte, quando si ama davvero qualcuno, l'unica cosa che si può fare è lasciarlo andare. Giulia ne è convinta. E Roberto?

 

Recensione: Mi sono avvicinata a questo romanzo molto propositiva soprattutto perchè dalla trama mi ispirava molto. Mi sono sentita subito affine con Giulia, il suo medesimo percorso di studi e la strada da lei intrapresa nell'attesa di realizzare il suo sogno e fare il lavoro che voleva.  Giulia è una ragazza solare, positiva e con ben chiaro ciò che vuole fare della sua vita, nell'attesa però si ritrova a fare un lavoro che la porta nella vita di Roberto, un uomo che la attrae con il suo fascino poco ostentato, la sua bellezza innegabile e una inaspettata dolcezza. Tra i due scocca subito la scintilla ma l'idillìo viene ben presto rotto. La passione tra di loro infatti non può bastare a mantenere vivo un rapporto appena nato soprattutto quando si fonda su lievi basi. Le loro vite, le loro esperienze e i loro mondi sono ben lontani così come diversi sono i loro obiettivi, che, portano a strade diverse. Amare è anche lasciare libero l'altro di intraprendere la propria strada, anche se ciò vuol dire allontanarlo. Ma cosa è più giusto in amore, lasciar andare o lottare? Ora sta a Giulia e Roberto capirlo.

Devo dire che a malincuore il romanzo non ha soddisfatto pienamente le mie aspettative. Alla base c'era una buona trama ma che doveva essere meglio sviluppata dando al tempo stesso giusto spazio alla caratterizzazione dei personaggi e della loro psicologia, seppure anche solo a grandi linee. I protagonisti e le vicende inoltre cadono spesso nei soliti clichè ma che questa volta non riescono a convincere il lettore e fargli chiudere un occhio per esaltare la storia.
Non sono riuscita ad entrare in empatia con loro; li ho sentiti distanti, non hanno saputo comunicarmi e farmi arrivare le loro sensasioni ed emozioni. Apprezzo comunque  l'intento dell'autrice e i suoi buoni propositi, l'impegno che c'è sempre dietro la stesura di un romanzo e il cuore che ogni scrittore ci impiega a prescindere dalla buona riuscita finale o non. Sono sicura che però può esserci una crescita e una maturazione per i futuri romanzi in concomitanza con una maggiore attenzione ai personaggi e alla storia. - Ale

VALUTAZIONE 3 Stelle
 

lunedì 19 aprile 2021

Recensione: "Ruthless" di Debora C. Tepes

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti

Ben trovati! Oggi torniamo sul bog a parlarvi del nuovo romanzo di Debora C. Tepes, "Ruthless" è uscito il 16 Aprile e ha già fatto innamorare le lettrici. Scoprite cosa ne pensiamo.

Titolo: Ruthless
Autore:
Debora C. Tepes
Serie
: Autoconclusivo
Editore
: Self
Genere:
Contemporary/ Sport Romance
Data pubblicazione
: 16/04/2021

Trama:

Jason

Sono cresciuto nel ghetto, tra le risse e le sparatorie.
Ho visto la morte in faccia, troppe volte.
Sul ring e nel sesso sporco tiro fuori la mia rabbia.
Senza legami, senza sentimenti.
Mi chiamano Ruthless, lo spietato.
Non mi piegherò per nessuno, non farò entrare nessuno nella mia vita.
Non permetterò a nessuno di infilarsi sotto pelle, di confondermi i pensieri.
Soprattutto, non lo permetterò a lei.
Eppure il suo solo pensiero mi infiamma il petto.

Ariana

La mia vita sembra perfetta, ma solo io conosco la verità.
Il mio sogno è stato distrutto per sempre.
Il passato non mi lascia andare.
Nessuno può davvero leggermi dentro, oltre i miei abiti costosi e la mia pelle bianca.
Nessuno tranne lui, Jason.
Lui che mi terrorizza con quello sguardo che è una notte senza stelle.
Lui che mi incendia come nessun altro può fare.
Lui che non potrà mai essere mio.



Recensione: Ci risiamo, la Tepes ha colpito ancora. Come sempre, ad ogni sua pubblicazione, mi ritrovo profondamente ammaliata ed innamorata dei personaggi da lei creati, della loro storia e delle dinamiche del romanzo letto.
Ruthless è lui, Jason, un uomo senza pietà, senza cuore, senza sentimenti: è rozzo, privo di filtri, spietato e senza freni, è costantemente in collera con il mondo intero e con chiunque lo circondi, nonna Latonya a parte. Non si lascia avvicinare, non si lascia 'ammaliare'. La sua vita è il ring, nient'altro esiste: le donne le usa solo per il suo piacere e non ha certo intenzione di mettere la testa a posto. Tutto ciò a cui pensa è migliorare la sua vita, uscire dal ghetto malfamato in cui si ritrova e per fare ciò una relazione non è minimamente nei suoi pensieri. Ma ci penserà una ragazza dagli occhi dolci e dalla pelle eterea a mettere in crisi le sue certezze.
Ariana è tutto ciò che lui non è: ricca, dolce, delicata, solare e col sorriso sempre sul viso, viziata ed abituata all'agio, con una vita perfetta e il fidanzato perfetto. O almeno, questo è ciò che vede chi la osserva da fuori. Ma la sua vita è tutt'altro che perfetta: è costretta ad accontentare i genitori che sembrano avere ben in mente quella che sarà la sa vita, si è vista sfuggire dalle mani il lavoro dei suoi sogni e il futuro che desiderava, ritrovandosi solo in seconda linea. Le sue giornate sono scandite dall'abitudine e dalla monotonia, ma tutto viene spazzato via quando i suoi occhi incrociano quelli di Jason. 
Ma come hanno fatto due persone così diverse e lontane ad incontrarsi? E, soprattutto, riusciranno a capirsi?
 

"Il mio amore per lui è così totalizzante 
che ho il timore di non riuscire a contenerlo nel mio corpo così esile. 
Quando sono con lui, è come salire sulle montagne russe, 
quelle più alte e pericolose."
 
 
La chimica e le scintille tra i due sono stati palpabili dalla loro prima scena: un'attrazione inspiegabile viene mascherata con odio e disprezzo, i battibecchi e i punzecchiamenti sono assicurati, così come ironia, divertimento e tanta, tanta passione. E più il tempo passa più i due si avvicinano, si conoscono, si mettono a nudo con tutte le loro fragilità e debolezze e tutto inizia ad acquisire un senso nuovo. Ma i loro mondi opposti non possono e non devono incrociarsi....nonostante ogni cosa li spinga tra le braccia l'uno dell'altro. Nessuno dei due sà dare voce e nome a quel sentimento così nuovo e totalizzante che li rende schiavi e privi di libero arbritrio: cercano di allontanarsi ma puntualmente si ritrovano sempre più vicini, ad un solo tocco di distanza e quando non riescono più a frenare la passione, ecco scoppiare i fuochi d'artificio. Tutto però sembra ostacolarli: le loro diveristà, le presenze ingombranti nelle loro vite e la scarsa fiducia iniziano a far vacillare la loro caparbietà e tutto viene messo in discussione.  
Jason e Ariana sono così diversi tra loro che, a vederli, nessuno scommetterebbe sulla riuscita della loro storia. Eppure hanno conquistato la loro felicità, si sono meritati tutto ciò che di buono la vita gli ha riservato dopo tante difficoltà e sofferenze.
 
“Lo sento sotto pelle, lo sento nelle viscere, lo sento ovunque. 
Ariana è la mia donna. 
Siamo così diversi in tutto che insieme risultiamo perfetti. 
Chi l’avrebbe mai detto. Uno come me, con una come lei. 
Cazzo, sembra così sbagliato. 
E invece è la cosa più giusta di questo fottuto mondo.” 
 
 
La Tepes ci accompagna, portandoci per mano, in questo racconto di vite, di sofferenze, di rinascita e seconde possibilità: ci lascia toccare da vicino le anime di Jason e Ariana, le loro paure e la loro forza, i loro pregi e i loro difetti e più si va avanti con la lettura più scopriamo nuovi lati dei due protagonisti. Per entrambi è tutto nuovo perchè mai prima d'ora hanno provato un sentimento così forte e intenso da non lasciare spazio ad altro e la loro inesperienza li rende goffi, a volte imbranati e troppo precipitosi. E allora la storia ci porta tra alti e bassi, tra momenti di tensione e passione, di pathos e malinconia, di amore e disperazione. E l'autrice lo fà come sempre con il suo stile unico e incisivo, diretto e senza filtri, capace di arrivare al lettore e conquistarne il cuore. Se ancora non si fosse capito, dichiaro a chiare lettere il mio amore per Jason e Ariana e vi invito caldamente a leggere il romanzo. - Ale
 
 
VALUTAZIONE
 

venerdì 2 aprile 2021

REVIEW TOUR: "Black Hearts: Anima e Corpo – Il sequel" di Simona La Corte - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti

 


Ben trovati! Oggi vi parliamo di "Black Hearts: Anima e Corpo – Il sequel" un Music Romance di Simona La Corte che ci riporta nella storia di Benjamin e Miranda. Venite a leggere cosa ne pensiamo!


Titolo: Black Hearts: Anima e Corpo – Il sequel
Genere: Music Romance
Numero pagine: 206
Editore: self-publishing
Prezzo: ebook 0,99 € (prezzo lancio) – cartaceo 10,00 € (prezzo lancio)
Data di uscita: 22 Marzo

Trama: Benjamin e Miranda coronano finalmente il loro sogno d’amore. Il tortuoso percorso, che li ha uniti e poi separati, sembra ormai un lontano ricordo e i due innamorati si godono le gioie della nuova vita insieme; ma i fantasmi del passato della rockstar si ripresentano con prepotenza, mettendo ancora una volta alla prova il loro legame.
Tra romantici tramonti e oscure minacce, Benjamin e Miranda tornano per l’ultimo capitolo della loro storia d’amore, scandita a ritmo della musica e della passione.

Nota dell’autrice: questo romanzo segue le vicende di Benjamin e Miranda narrate in Anima e Corpo, pertanto è necessaria la lettura del primo volume della serie.
 
 

Recensione: Benjamin e Miranda tornano più carichi che mai. L’autrice ci riporta appieno fin dalle prima pagine nella loro storia d’amore: difficoltà, incomprensioni e lontananze sembrano ormai essere stati dimenticati e per questa coppia inizia una nuova pagina della loro storia che entrambi cercano di scrivere con la propria voce. Quell’amore delicato e sempre in bilico del primo volume ha lasciato spazio all’amore maturo e completo di questo sequel. Benjamin e Miranda si vivono nella loro quotidianità, seppur particolare dato le loro carriere, e cercano di far combaciare i loro mondi distanti eppure vicini. L’autrice riesce a farci entrare ancora di più nelle loro emozioni e sensazioni: Benjamin lo vediamo quasi come un uomo nuovo, sicuro del suo amore ma inaspettatamente pieno di incertezze e fragilità che trovano riparo solo tra le braccia della sua amata, un uomo che inizia ad affrontare le sue questioni in sospeso e le imprevedibilità della vita; Miranda è il cuore pulsante della storia, la donna sicura e coraggiosa che abbiamo sempre amato, che non si fa scoraggiare dalle difficoltà e che ancora una volta dovrà lottare per proteggere il suo posto felice.

 

“Le nostre mani si cercano, percorrono la pelle con frenesia. Siamo desiderosi di cancellare il passato e sostituire la sofferenza con l’amore che ci lega, lasciando che l’estasi ci conduca verso quei lidi paradisiaci in cui non esistiamo nient’altro che noi.”


Il loro è un amore che fa sognare, dolce ed emozionante ma anche passionale e travolgente, che non lascia spazio a nient’altro oltre a sospiri, gemiti e baci appassionati.
Anche in questo volume eventi inaspettati e difficoltà si metteranno sulla strada dei nostri amati protagonisti perché lo sappiamo, quando tutto sembra andare per il verso giusto ecco che accade qualcosa che distrugge tutto. E allora cosa faranno Benjamin e Miranda? Saranno pronti ad affrontare quest’ultima sfida per conquistare finalmente il loro lieto fine?!   
Il romanzo scorre fluido tra momenti di leggerezza, ironia, passione e romanticismo, con attimi carichi di pathos ed emozione. La musica, i sentimenti, le fragilità dell’animo umano sono ancora una volta centrali in questa serie dove a farla da padrone è ovviamente l’amore in tutte le sue sfumature. Quell’amore per cui il lettore non può fare a meno di tifare dalla prima all’ultima pagina. Immergetevi nel mondo dei Black Hearts e sono sicura non ve ne pentirete! – Ale

 

                                             VALUTAZIONE  


 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos