domenica 2 agosto 2020

Recensione: "Invincibile" di Jane Harvey-Berrick e Stuart Reardon

Pubblicato da AlessiaM a 12:41:00 0 commenti
Ben trovati! In occasione dell'uscita di 'Idolo' secondo volume della dilogia scritta a quattro mani da Jane Harvey-Berrick e Stuart Reardon, abbiamo riletto in italiano il primo volume della serie grazie alla Delrai Edizioni intitolato 'Invincibile'. Abbiamo infatti già letto in lingua e recensito la duologia, ma abbiamo colto al volo l'occasione di rileggerla in italiano, carpendo e assimilando pezzi che sicuramente ci siamo persi qua e là. Vi riproponiamo la nostra recensione con l'aggiunta di qualche nuova considerazione. 


Titolo: Invincibile
ISBN ebook: 9788899960612
Autori: Jane Harvey-Berrick e Stuart Reardon
costo e-book: 4,99
costo cartaceo: 19,90
ISBN cartaceo: 9788899960629
Pagine: 384 pagine
Data di uscita e-book: 17-12-2018
Data di uscita cartaceo: 7-06-2018 (disponibile per l’evento Rare2018)


Estratto dalla quarta di copertina:

Quando il mondo ti cade addosso.
Quando dicono che sei finito.
Quando la tua mente è distrutta, cerca di ripetere:
Io mi alzerò,
Io tornerò
E sarò invincibile.


Nick Renshaw è un giocatore di rugby professionista, dalla futura brillante carriera. Un infortunio improvviso, però, rischia di minare quanto costruito finora: il pericolo è rimanere fuori dai giochi. Sarà Anna Scott, una psicologa sportiva lungimirante, a occuparsi del suo percorso di riabilitazione fisica e psicologica. L’attrazione tra loro, anche se lui è già legato a un’altra donna, non permette a entrambi di essere lucidi e rimanere lontani, così Nick si ritrova a dover fare scelte difficili oltre che compromettenti per se stesso e la sua vita. Tutti gli voltano le spalle, ma Anna no, lei è diversa, lei lo ama. Nessun divieto potrà mai far finire la loro relazione, nessuna distanza, perché il loro sentimento sincero è capace di vincere qualsiasi ostacolo, anche se così facendo entrambi toccheranno il fondo.

Un romanzo capace di toccare le corde profonde dell’anima, dove la passione per lo sport si mescola alle vicende della vita, normali e straordinarie.Quando l’amore scende in campo, non importa chi è vincente, perché sarà sempre invincibile. 
 
 
 
Recensione: Nick Renshaw è un giocatore professionista dalla carriera promettente: gli è stato da poco offerto una promozione per i campionati più importanti, vive con la sua bella fidanzata (a cui chiederà prossimamente di sposarlo) Molly ed è un ragazzo spensierato. La sua vita era tranquilla, finché all'ultimo incontro del suo ex club, subisce un grave infortunio che potrebbe compromettere la sua carriera. Nick subirà un intervento chirurgico ma nel profondo, non si sentirà mai completamente guarito e giocherà con la testa ostacolando i suoi progressi nel suo nuovo club. A quel punto il club invia Nick a uno psicologo specializzato in atleti. La dott.ssa Anna Scott, una donna bella ed intelligente trasferitasi dall'America all'Inghilterra per ricominciare da zero la sua vita.
Tra i due la chimica è immediata: i loro corpi si attraggono come due calamite, i loro sguardi si cercano. C'è un però, anzi due: Nick è impegnato e Anna ha promesso a sé stessa di seguire una semplice regola, 'Non uscire con i pazienti'. Tra i due si instaura così inizialmente solo una sincera e bella amicizia, Anna lo aiuterà e supporterà nel periodo successivo al primo intervento, accogliendo tutte le paure di Nick e il suo terrore più grande, quello di non poter più tornare a giocare.
Le paure di Nick si concretizzano quando viene stabilito che il primo intervento è stato un fallimento e dovrà subire un'altra operazione. Come se non bastasse, scopre sorprende la il tradimento della sua fidanzata con il suo migliore amico. Distrutto e a pezzi, raggiungerà il fondo, perderà tutto: amici, lavoro e anche quel contratto con quella squadra importante. A quel punto si rivolge ad Anna e poiché ormai lui non è più un suo paziente, riescono finalmente ad accettare i loro sentimenti. Tutto sembra andare bene finché Nick non riceve una nuova offerta da un nuovo club e il destino vorrà che Anna lavorerà proprio lì come psicologa. Ancora una volta i due si ritrovano in un rapporto dottore-paziente ma questa volta è diverso: nessuno dei due può più negare ciò che prova.


"Il suo momento.
Il suo giorno.
La sua vita.
Cercò Anna con lo sguardo tra la folla e il suo cuore si riempì di incontrollabile felicità. In quel giorno aveva reso Anna fiera di lui, assieme a tutto il suo Paese.
Aveva vinto.
Si sentiva invincibile."
 
 

Nick è un personaggio che ho amato: sicuro di sè in campo ma estremamente insicuro sulle proprie capacità personali e suoi suoi pregi che nasconde dietro una montagna di muscoli e tatuaggi un animo sensibile e dolce. E' un uomo leale e soprattutto fedele nonostante abbia avuto molte occasioni in cui le donne si siano offerte a lui, ma è rimasto fedele alla sua ragazza anche se lei non lo meritava.  E' un uomo con pregi e difetti che commette errori, ed alcuni di questi gli costeranno caro, ma che alla fine riesce sempre a trovare la forza di reagire.
Anche Anna è fantastica, una donna che ha un passato doloroso alle spalle e che ha attraversato un periodo difficile; di quel passato non si è mai liberata e torna a condizionare il suo rapporto con Nick e la mancanza di fiducia nel ragazzo. Anche lei ha commesso degli errori in passato ed ha tentato di porvi rimedio e di fare ammenda per il futuro.
Il connubio tra Stuart Reardon e Jane Harvey Berrick ha creato la storia perfetta: descrittiva e tecnica per quanto concerne il gioco del rugby (e qui possiamo vedere quanto ci sia di autobiografico e personale della vita di Stuart) e romantico, passionale e dolce al tempo stesso (il tocco di una donna non poteva mancare)! 
Questa è una storia che parla d'amore, di coraggio e di seconde occasioni dove grazie all'alternanza dei due POV potremo avere una visione completa delle vicende, entrando nella mente e nel cuore di entrambi i protagonisti e vivendo in prima persona tutti i loro dubbi e le loro sofferenze.
Una storia d'amore, quella tra Nick ed Anna che fa sognare e sospirare, una passione che scoppia fin da subito ma che i due tengono a freno lasciandola cuocere a fuoco lento, fino ad arrivare allo scoppio finale e finalmente alla loro unione fisica e carnale. E ragazzi, che scene da cardiopalma! 
Romanzo perfetto in tutto e per tutto, romantico, intenso, descrittivo al punto giiusto e coinvolgente!
   
Rileggere questo romanzo in italiano mi ha dato una visione più completa della storia, fornendomi tanti piccoli pezzetti chiave della storia, intensi ed emozionanti in ogni singola pagina. Questo libro va assolutamente letto, assaporato e divorato! Non potrete fare a meno di amarlo! - Ale
 
 
 
VALUTAZIONE 
 

sabato 1 agosto 2020

Recensione: "Il sussurro di un fiordaliso" di Amélie

Pubblicato da AlessiaM a 15:58:00 0 commenti
Ben trovati! Oggi vi parliamo di 'Il sussurro di un fiordaliso', secondo volume della dilogia di Amélie iniziata con 'Il rumore di una foglia d'acero'. Pronti a scoprire cosa succederà tra Lucan e Jaelle?!


TITOLO: Il sussurro di un fiordaliso (secondo volume di una dilogia)
AUTORE: Amélie
AMBIENTAZIONE: Canada
GENERE: romantic suspense
PREZZO: 2,99 euro (disponibile anche in Kindle Unlimited)
DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 luglio 2020

SINOSSI: «Dovevi essere il mio rifugio, dottor Taylor, e invece hai demolito ogni mio riparo». 
Lucan è impassibile, inflessibile e imperscrutabile. Silenzioso come la tomba nella quale presto mi seppellirà. Distaccato come se non ci fossimo mai conosciuti. La sua bellezza ha perso il proprio calore, diventando algida e ostile. Lucan è un campo di fiordalisi che si è seccato per via della calura estiva. Non è più il mio Lucan. È l’uomo che appartiene a sua moglie. 
«Dovevi essere la mia corazza e invece hai fatto a pezzi la mia armatura. Dovevi essere il mio porto sicuro, ma hai affondato tutte le navi della mia flotta, impedendomi di raggiungerlo. Dovevi essere il ramo a cui aggrapparmi quando mi sentivo mancare la terra sotto i piedi, e invece hai raso al suolo ogni albero sul mio cammino. Dovevi essere la riva verso cui nuotare quando la mia vita si trasformava in un mare in tempesta, e invece mi hai spinto così al largo che la mia unica possibilità è annegare. Mi hai promesso tutto questo, eppure me l’hai portato via ancor prima che diventasse veramente mio. Dimmi, dottore. Sei contento adesso? Sei soddisfatto del tuo risultato?». 
«Certo che sono contento, Jaelle. Non completo mai un lavoro se non mi soddisfa pienamente. Il fatto che oggi abbia deciso di completare questo – mi squadra dalla testa ai piedi, freddo e calcolatore – significa che sono soddisfatto del risultato». 

Il sussurro di un fiordaliso è il secondo volume di una dilogia e conclude la storia di Jaelle e Lucan. L’amore trionferà sull’odio, oppure soccomberà definitivamente a esso? 



Recensione: Dopo il sensazionale finale del primo volume di questa dilogia, Amélie torna con il botto. In questo secondo volume tutto parte da dove si era interrotto. Lucan e Jaelle sono alla resa dei conti e tutti i personaggi della storia hanno svelato le loro carte e i loro doppigiochi. 
Jaelle si è ritrovata di fronte nemici che non si aspettava e soprattutto una enorme delusione: la mente diabolica di questo piano perfetto è proprio Lucan, colui di cui si fidava e che aveva iniziato ad amare con tutta se stessa. Jaelle e Lucan abbiamo imparato a conoscerli nel loro turbolento ed elettrizzante rapporto fatto di battute, ironia e soprattutto di tensione e sensualità. Loro due, lontanissimi e molto diversi, si attirano come due metà perfette nonostante tutto sembra essere contro di loro. Ma la fine del primo romanzo ha messo il lettore davanti una profonda delusione: Lucan non è l’uomo che chi ha fatto credere di essere e che ci ha fatto innamorare insieme a Jaelle.
Ed ecco che da questo momento in poi tutto cambia e muta: i confini diventano labili e al tempo stesso non è più chiaro chi sia il buono e il cattivo della storia.
Le vicende continuano in un susseguirsi di azione e pathos che rendono viva la storia e soprattutto tengono in allerta il lettore. 


«Oh, Jaelle… Sei mia. Accarezzerò i tuoi petali finché non li vedrò schiudersi. Li bacerò finché non li sentirò bagnarsi. Li suggerò finché non riverseranno il loro nettare sulla mia lingua. È questo ciò che ti farò e poi…». Prende il mio labbro fra i denti. «Finalmente…». Lo morde, piano. «Ti coglierò». Lo morde di nuovo, stavolta più forte. «Ti marchierò, e allora, apparterrai a me per sempre». Si allontana da me quel poco che basta per sfilarsi il maglione, rimanendo a torso nudo. «Non sarai di nessun altro». Prende le mie mani, premendosele sul suo petto. «Non vorrai nessun altro».
 

Amélie, in ogni suo romanzo, ha dimostrato sempre la grande capacità di saper creare storie perfette in cui tanti tasselli scomposti alla fine vanno a comporre un puzzle perfetto. Ogni cosa torna al suo posto, ogni domanda trova risposta e ogni mistero, anche il più oscuro viene svelato.   
Quello che aspetta Jaelle e Lucan è un giro sulle montagne russe, un viaggio alla scoperta di se stessi e dei propri sentimenti in una storia di perdono, rinascita e seconde possibilità.
Perché per quanto entrambi lo neghino sia Jaelle che Lucan sono ormai vittime di quell’incantesimo inspiegabile che è l’amore. Un amore fuori dal comune, totalizzante, brutale e carnale; un amore che nessuno dei due comprende o vuole riconoscere e contro il quale saranno in continua lotta. Ma quando ogni cosa viene messa a repentaglio ed entrambi si avvicinano alla resa dei conti, ogni barriera e maschera è destinata a crollare, lasciandoli nudi ed esposti in balìa dei loro sentimenti.
Scelta perfetta quella dei POV alternati, grazie ai quali entriamo nell’anima spezzata e fragile di Jaelle così come in quella fredda e calcolatrice di Lucan. Pian piano, entrambi mostrano il vero io mostrandosi per ciò che sono e cedendo alla loro parte più sentimentale. Il lettore vede scorrere davanti ai proprio occhi una storia adrenalinica, misteriosa e piena di azione ma anche di passione e attrazione. E’ facile entrare in empatia con i protagonisti e vivere la loro storia come se fosse la nostra, tanto da provare le loro stesse emozioni.
Ammetto che, ad un certo punto, mi sono sentita completamente persa: non capivo più che piede volesse prendere la storia o chi fosse in realtà chi, stavo abbandonando ogni speranza lanciandomi nell'ignoto. Mi sono sentita proprio come Jaelle e allo stesso tempo come Lucan: brancolanti nel buio ed in preda a emozioni contrastanti. 
Cosa ne sarà di queste due anime imperfette ed eternamente legate?
Un plauso all’autrice che come sempre riesce a creare storie intricate ma perfettamente coerenti e capaci di rapire il lettore dalla prima all’ultima pagina.
Insomma che altro dirvi: questa è una lettura che non si può perdere e Amélie è un’ autrice che non si può non conoscere. La sua penna vi saprà ammaliare, rapire e far innamorare così come tutti i suoi romanzi! - Ale



VALUTAZIONE

venerdì 24 luglio 2020

Presentazione: "Il sussurro di un fiordaliso" di Amélie

Pubblicato da AlessiaM a 20:40:00 0 commenti
Ben trovati! Vi segnaliamo in questo post la nuovissima uscita della nostra amata Amélie, da ieri infatti è finalmente disponibile 'Il sussurro di un fiordaliso', secondo volume della dilogia iniziata con 'Il rumore di una foglia d'acero'. Pronti a scoprire cosa succederà tra Lucan e Jaelle?!


TITOLO: Il sussurro di un fiordaliso (secondo volume di una dilogia)
AUTORE: Amélie
AMBIENTAZIONE: Canada
GENERE: romantic suspense
PREZZO: 2,99 euro (disponibile anche in Kindle Unlimited)
DATA DI PUBBLICAZIONE: 23 luglio 2020



SINOSSI: «Dovevi essere il mio rifugio, dottor Taylor, e invece hai demolito ogni mio riparo».
Lucan è impassibile, inflessibile e imperscrutabile. Silenzioso come la tomba nella quale presto mi seppellirà. Distaccato come se non ci fossimo mai conosciuti. La sua bellezza ha perso il proprio calore, diventando algida e ostile. Lucan è un campo di fiordalisi che si è seccato per via della calura estiva. Non è più il mio Lucan. È l’uomo che appartiene a sua moglie.
«Dovevi essere la mia corazza e invece hai fatto a pezzi la mia armatura. Dovevi essere il mio porto sicuro, ma hai affondato tutte le navi della mia flotta, impedendomi di raggiungerlo. Dovevi essere il ramo a cui aggrapparmi quando mi sentivo mancare la terra sotto i piedi, e invece hai raso al suolo ogni albero sul mio cammino. Dovevi essere la riva verso cui nuotare quando la mia vita si trasformava in un mare in tempesta, e invece mi hai spinto così al largo che la mia unica possibilità è annegare. Mi hai promesso tutto questo, eppure me l’hai portato via ancor prima che diventasse veramente mio. Dimmi, dottore. Sei contento adesso? Sei soddisfatto del tuo risultato?».
«Certo che sono contento, Jaelle. Non completo mai un lavoro se non mi soddisfa pienamente. Il fatto che oggi abbia deciso di completare questo – mi squadra dalla testa ai piedi, freddo e calcolatore – significa che sono soddisfatto del risultato».



Il sussurro di un fiordaliso è il secondo volume di una dilogia e conclude la storia di Jaelle e Lucan. L’amore trionferà sull’odio, oppure soccomberà definitivamente a esso?




mercoledì 15 luglio 2020

COVER REVEAL: "Idolo" di Stuart Reardon e Jane Harvey-Berrick

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti

Ben trovati! Oggi Cover reveal del seguito di 'Invincibile', un romanzo scritto a quattro mani da Stuart Reardon e Jane Harvey-Berrick; "Idolo", questo il titolo del nuovo romanzo edito Delrai Edizioni uscirà il 30 Luglio. Vi lasciamo tutte le info nel post!


Editore: Delrai Edizioni.
Data di uscita: 30 luglio.
Autori: Stuart Reardon e Jane Harvey-Berrick
Titolo: Idolo.
Prezzo ebook: 5,99
Prezzo cartaceo: 19,90.
Pag.: 400.
Genere: narrativa contemporanea. 

Sinossi: Uscire con un uomo il cui volto è spesso presente sulle copertine delle riviste e molto utilizzato in campagne pubblicitarie non è facile e Anna Scott sta per scoprirlo a sue spese. Dopo aver lasciato il rugby all’età di trentatré anni, infortunato e annoiato, Nick ha l’occasione di diventare un modello ed entrare così a far parte del mondo della moda. Tuttavia, dietro la facciata scintillante, si nasconde un’oscura realtà: droghe, alcol, peccati inconfessabili e persone disposte a tutto pur di farsi strada e arrivare in alto. Inizia a essere difficile coltivare una relazione, perché ciò che è fatto di glamour e lustrini non lascia spazio a passi falsi ed errori di alcun tipo. Per questo Nick dovrà fare una scelta, se mettere a repentaglio i suoi affetti oppure dedicarsi alla strada che ha deciso di intraprendere. Un ex giocatore di rugby non può mollare, né darsi per vinto, e lui in particolare disprezza il fallimento.
Una storia potente ambientata nel mondo in costante evoluzione dei modelli di fama internazionale.
Autori: Jane Harvey Berrick è un’autrice di romance best-seller contemporanei e new adult originali ed emotivamente profondi.
Stuart Reardon è stato un giocatore di rugby professionista. Ha giocato per diverse squadre e con la Gran Bretagna. Attualmente è un modello e lo si può trovare su numerose copertine di romanzi.
A trentatré anni aveva già raggiunto tutto. Come sarebbero stati allora i prossimi cinquant’anni della sua vita?
Ma la domanda turbolenta e dolorosa che gli opprimeva la mente era un’altra: Chi o cosa sono adesso che non ho più il rugby?

martedì 14 luglio 2020

REVIEW TOUR: "Scatti fuori fuoco" di Stefania Da Forno - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00 0 commenti


Ben trovati! Oggi partecipiamo al Review Tour organizzato per l'uscita di "Scatti fuori fuoco" di Stefania Da Forno, edito Delrai Edizioni. Venite a scoprire cosa ne pensiamo.


Titolo: Scatti fuori fuoco.
Autrice: Stefania Da Forno.
Casa editrice: Delrai Edizioni.
Genere: rosa contemporaneo.
Prezzo ebook: 2,99
Pagine: 210.
Romanzo autoconclusivo.

Sinossi: «Brindo alla normalità, alla noia e al sapere cosa aspettarsi dalla vita.» Lo guardai negli occhi, in attesa di sentire il suo discorso.
«Io brindo ai nuovi incontri, alle sorprese che la vita ci riserva e alla sincerità.»
Il mio brindisi era molto più bello. I bicchieri si toccarono e lasciai che la vodka mi bruciasse ogni centimetro di carne, dalla bocca fino allo stomaco. Mi leccai le labbra per carpire le ultime gocce rimaste. Non feci a tempo ad appoggiare il bicchiere sul bancone, che una mano si strinse intorno al mio polso.
Mi voltai e trovai il sorriso di Ian a pochi centimetri da me. 

Harper è una ragazza di ventisei anni, organizzatrice di eventi capace e dinamica.
Nella vita non è mai stata fortunata in campo affettivo e per questo è diffidente verso il prossimo. Cinica e pratica, viene assunta per dedicarsi ai preparativi dell’inaugurazione di un hotel a Fairbanks, in Alaska.
Ian è il fotografo che si occuperà della pubblicità e della realizzazione delle brochure, ma non è un tipo socievole e sembra proprio che Harper non gli piaccia per niente.
Costretti a causa di forze maggiori, i due passeranno un bel po’ di tempo insieme, conoscendosi e confrontandosi, facendo innescare tra loro un cortocircuito di antipatia e forte attrazione.
In un luogo dove il passato, il presente e il futuro si incontrano, Scatti fuori fuoco racconta l’incrociarsi causale di vite e le loro conseguenze. 


Recensione: Harper e Ian sono i protagonisti di questa storia; due personaggi molto diversi il cui cammino si intreccia. Lei è una ragazza giovane e bella, ma nonostante la giovane età già cinica e disillusa: abbandonata da tutti è stata abituata a cavarsela da sola e a contare sulle proprie forze. Conseguenza di ciò è stato il suo allontanarsi da qualsiasi parvenza di affetto senza lasciar avvicinare mai nessuno tranne Frank. Quando però anche lui la delude, la poca fiducia rimasta in Harper viene cancellata e di lei rimane solo una donna vuota e dedita al lavoro. Ma Frank ritornerà nella sua vita e sarà motivo del cambiamento di rotta nella vita della ragazza. Harper si reca a Fairbanks, pronta a fare il suo lavoro nel miglior modo possibile. Ma è proprio lì, in quella lontana citta dell'Alaska che incontra Ian. Lui è un fotografo ed è stato chiamato per collaborare al progetto di cui anche lei fa parte; infatti dovrà occuparsi della pubblicità e delle brochure per l'inaugurazione dell'hotel.
Il loro lavoro quindi li porterà ad incontrarsi e darranno vita a mille scintille esplozive: fin dal loro primo incontro infatti sembrano odiarsi e non sopportarsi, ma saranno costretti a passare molto tempo insieme e a stare a stretto contatto. Ed è cosi che, litigio dopo litigio, i due iniziano a conoscersi e capirsi davvero, aprendosi e confidandosi. Ma Harper e Ian sembrano volere cose diverse: lei si avvicina e lui si allontana, lei cerca di costruire qualcosa e invece lui sembra rimanere sempre freddo e distaccato. 
Ma tra di loro nulla sarà semplice e la fiducia che è stasta costruita con fatica rischia di spezzarsi nuovamente lasciando i loro cuori profondamente feriti. 


 "Mi era mancato, e glielo stavo dimostrando con ogni sospiro e ogni carezza; strinse di più la presa sul mio fianco, mentre le mie dita percorrevano quelle spalle larghe e rassicuranti. Non avevo più fiato, ma non mi interessava."


Harper e Ian cadono e si rialzano; combattono, vincono e perdono al tempo stesso. Perchè in questa guerra d'amore il confine tra vincitore e sconfitto è sempre più sottile. La vita, il destino, sembra remare contro la felicità di questi due ragazzi che si ritrovano spettatori della loro stessa storia. 
L'attrazione lascia spazio all'amore; la diffidenza alla piena fiducia. E così il loro rapporto matura e si rafforza, rimanendo però al tempo stesso fragile e delicato. E' impossibile per il lettore non entrare in empatia con la storia di Harper e Ian senza tifare a sostegno del loro amore, un amore improvviso e forse troppo veloce che il lettore vede scorrere tra le pagine. 
Cosa ne sarà di loro due? Riusciranno a conquistare il loro lieto fine?!
L'autrice è stata brava a costruire questa storia lasciandoci conoscere i protagonisti lentamente, senza filtri o maschere. Con il suo stile semplice, fluido e  diretto ha reso la lettura scorrevole e intensa, divertente ed emozionante nei momenti giusti. Il romanzo attira a sè il lettore fin dalla prima pagina rendendo difficile interrompere la lettura e lasciando costantemente il desiderio di leggere ancora per scoprire cosa succede. Un romanzo quindi che vi consiglio senza dubbi e che vi farà emozionare, arrabbiare ma anche ridere e sognare! - Ale


VALUTAZIONE
 

 TAPPE REVIEW TOUR

 





 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos