lunedì 26 febbraio 2018

Recensione: "Inevitabile" di Deborah P.

Pubblicato da Morena a 11:57:00
Oggi nuova recensione, vi parlo di "Inevitabile" di Deborah P., primo volume della 'Paranormal Serie'.

Titolo: Inevitabile
Autore: Deborah P.

Serie: Paranormal #1

Editore: Self publishing

Pubblicazione: 13 dicembre 2017

Genere: Horror/erotic

Prezzo: € 2,90 ebook



***Attenzione*** Il romanzo contiene scene di sesso esplicite, di violenza e tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.







Trama: La strafottenza di Dorian è ben conosciuta. Il suo modo di essere di tutti e di nessuno, bello, ricco, proviene da una famiglia facoltosa e una prestigiosa borsa di studio lo attende. Questa è l’apparenza. Lui indossa quella maschera fatta di finti sorrisi e arroganza per nascondere la verità: la vita che è obbligato a vivere, la sua vera natura che è obbligato a nascondere, quella con cui è cresciuto credendo di essere pazzo. Raylai è una ragazza anonima, timida ed introversa con il naso sempre nel libro, vede in Dorian il sogno proibito consapevole di essere invisibile agli occhi di quel ragazzo dagli occhi di ghiaccio e così perfetto. Sembrano così diversi all'apparenza… ma la realtà è ben diversa. Lei è rifugiata nei suoi sogni. Lui è sottomesso dalle mani sporche del padre. Entrambi non immaginano che la loro cotta è ricambiata. E dopo quattro anni, tra sofferenza ed inquietudine, finalmente troverà il coraggio di parlarle. Si ritroverà a dover affrontare le proprie paure e il padre per scappare da una vita che lo ha fatto crescere troppo in fretta. Dovrà scavare nel suo passato, sconfiggere i propri demoni ed imparare ad accettare la natura che gli psicanalisti gli obbligavano di tenere sotto controllo. A Dorian manca l’essere amato, ma è solo amando che potrà liberarsi dal dolore. La storia di Dorian e Raylai vi farà comprendere che rimandare è la cosa più sbagliata che si possa fare e se la strada è difficile ne vale davvero la pena. Senza rischio non c’è felicità. "Lui indossa quella maschera fatta di finti sorrisi e arroganza. Ma io so che sotto quegli occhi di ghiaccio c'è di più. Lo vedo da come mi guarda. Gli sguardi sono frasi perfette". 



RECENSIONE: Ed eccomi qui con una nuova recensione e che dire... ma si può odiare un personaggio tanto ma, davvero tanto??? Io credo di si. Ed è quello che mi è successo con un soggetto in particolare di questo Romanzo, ovvero con il padre di Dorian. Ma chi crede di essere quell'uomo? 
Non so quante volte gli avrei voluto dare un pugno (virtualmente) pensando a quanto sia stato crudele con il figlio e a quanto male gli abbia fatto.

Passato il momento di sfogo eccoci al nostro bello e dannato, il nostro Dorian...non mi sarei mai immaginata fosse così gentile e dolce dietro quell'apparenza fredda e indifferente. Da tempo innamorato di una ragazza a cui però non riesce a confessare i suoi sentimenti per paura di non essere accettato ne di essere degno di essere amato, e così si limita ad osservarla e guardarla da lontano. Un giorno però finalmente decide di parlarle e scoprirà qualcosa che lo sorprenderà: anche la ragazza. Raylai, timida, dolce e e gentile è innamorata di lui: i due si sono amati segretamente e reciprocamente per quattro anni e ora finalmente hanno la possibilità di essere sinceri. Dorian non sa come comportarsi, per lui è tutto nuovo: nella sua vita mai nessuno gli ha mostrato gentilezza, mai nessuno lo ha amato. Ed ora per lui, essere importante per la ragazza che ama da sempre è quasi un sogno dal quale non vorrebbe mai svegliarsi.

E' un ragazzo molto gentile e protettivo, si preoccupa sempre per lei e per il fratellino che si è molto affezionato a lui tando da chiamarlo papà, perchè il loro vero padre è sempre assente e anche quando è con loro è come se non ci fosse. Insieme sono perfetti, tremendamente dolci e romantici: una storia d'amore la loro che cresce ogni giorno sempre di più, che sarà messa a dura prova e dovrà dimostrare di non essere solo una cotta adolescenziale ma, come dicono loro, l'amore vero.  

Diciamo che io nella lettura mi sono concentrata più sulla parte  sentimentale (che mi ha fatta innamorare dei due personaggi e devo ammetterlo, forse di Dorian un po' di più), che su quella paranormale anche se ovviamente presente.. Questa storia mi ha calamitata alle pagine del romanzo rendendomi difficile staccarmi dalla lettura, ed è anche grazie ad un linguaggio pulito ed uno stile limpido e chiaro che la lettura scorre fluida. Che altro dirvi, romanzo che mi ha incuriosita ed appassionata e sono curiosissima di scoprire gli altri volumi di questa serie cosa ci riserveranno. Alla prossima recensione  -Mory


VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos