martedì 20 febbraio 2018

Recensione: "Qualcosa di più" di Ella Gai

Pubblicato da AlessiaM a 15:09:00
Ben trovati! Oggi vi parlo di un altro libro di Ella Gai dal titolo "Qualcosa di più" uscito il 3 Luglio 2017! Venite a scoprire cosa ne penso!


19055003_1895858030629162_36552042269907666_oAutrice: Ella Gai 
Titolo: Qualcosa di più 
Editore: Self Publishing 
Data di pubblicazione: 3 Luglio 

Trama: 
Tre regole: 
non MORIRE
non UCCIDERE
non INNAMORARTI 
Le ha infrante tutte e tre, e tutte e tre per lei.
Lei mi ha regalato il suo cuore in cambio di qualcosa…Qualcosa di più. Mi chiamo Franz Schifz e sono un pilota di formula uno.
Lui mi aveva avvisata, me l’aveva detto che: I cuori si spezzeranno, la fiducia morirà…e le parole saranno solo qualcosa di più. Mi chiamo Nicoletta Benni, e fino a stamattina avevo un cuore che batteva. Tutti mi chiamano Niki e stamattina avevo un motivo in più per perdonare. Io ero la causa delle sue regole e non sono stata capace di salvarlo, prima che infrangesse l’ultima.


Recensione: Lui: Franz uomo bellissimo e pilota della Ferrari che oltrepassati da un pezzo i trent’anni è ormai alla conclusione della sua carriera; la sua fama lo precede: tutti conoscono il suo tenore di vita, il suo voler superare sempre il limite, la sua dipendenza dalle droghe e dall’alcool e le sue abitudinarie serate passate in compagnia di donne dalle quali cerca solo un modo per scaricare lo stress come valvola di sfogo e fonte di piacere. I suoi modi scontrosi e presuntuosi hanno contribuito a tratteggiare un’immagine di sé criticata dalle persone e i tifosi lo apprezzano e lo appoggiano principalmente in virtù della sua grande bravura alla guida e della sua spericolatezza che a volte però non riesce a tenere sotto controllo.
Lei: Nicoletta, detta Niki, una ragazza semplice, gentile e generosa, amante dei motori grazie anche alla passione che le ha trasmesso il compagno della zia e che l’ha portata a scegliere di diventare un ingegnere meccanico. Nella sua vita ha dovuto faticare molto crescendo senza i genitori e dovendo lottare contro quelle tipiche disparità di trattamento sul posto di lavoro, soprattutto per un lavoro come il suo che è quasi sempre popolato da soli uomini. Grazie al suo duro lavoro, al suo impegno e alla sua grande passione, è stata assunta proprio dalla casa automobilistica per eccellenza, la Ferrari. Niki si è così immersa anima e corpo nel suo lavoro e questo ha contribuito a far sì che non riesca a portare avanti una relazione stabile a causa dei suoi tanti impegni, del poco tempo libero e della sua testa sempre tra le nuvole.  

Franz e Niki: due monti lontani e completamente opposti che si incontreranno proprio grazie alla passione che entrambi condividono. Quando Nikki incontra gli occhi di lui ne rimane immediatamente affascinata ma non appena i due scambiano qualche parola il suo comportamento altezzoso la fa infuriare. Lui, d’altro canto, dal primo momento in cui l’ha vista ha capito quanto fosse diversa da tutte le altre donne, quanto fosse speciale e unica. Lei lo sfida, lo punzecchia, gli risponde a tono e gli tiene testa come mai nessuno era riuscito a fare prima. Ma appena si fa strada in lui la consapevolezza che lei possa essere quella giusta e che finalmente abbia incontrato la donna della sua vita, il passato gli ritorna alla mente con tutta la sua oscurità e le sue sofferenze.
Realizza così che un futuro insieme è impossibile ma non può fare a meno di lei e così le chiede di diventare amici: Niki stenta ad accettare perché in fondo si conoscono appena, eppure gli occhi di lui sembrano implorarla di non abbandonarlo, di non rifiutarlo e così accade. Da quel momento in poi i due inizieranno a passare del tempo insieme, si conosceranno, litigheranno e faranno pace: il loro rapporto sarà un continuo passaggio tra alti e bassi, tra abbracci e incomprensioni, e col passare del tempo quell’amicizia diventerà per entrambi ‘qualcosa di più’.  Ma c’è sempre qualcosa annidato nell’ombra che impedisce il fiorire di questo amore, qualcosa di cui Franz e la famiglia sono a conoscenza e che lo farà vacillare più volte, incerto su cosa sia la cosa giusta da fare e se scegliere il cuore o l’onore.


"Nel momento in cui ti ho vista ho capito che tu saresti stata l’unica che avrebbe potuto salvarmi".


Franz e Niki sono due personaggi molto diversi tra loro e forse delle volte anche troppo: si avvicinano, si scontrano, si feriscono, si amano e si allontanano in un circolo vizioso fatto di bugie, segreti e mezze verità che una volta svelate potrebbero rovinare tutto. Attraverso entrambi i loro Pov l’autrice ci accompagna in un viaggio nel tempo, tra passato e presente svelandoci di volta in volta qualche tassello del puzzle ma senza mai rivelarci tutto lasciandoci invece con il fiato sospeso e con la smania di continuare a leggere per scoprire la verità.
La vicenda si rivelerà più complessa di quanto pensato all’inizio e quando sembrava che finalmente i due potessero vivere una volta per tutte il loro grande e forte amore, un amore nato all’improvviso che divampa nel cuore e incendia la carne, tutto subirà una nuova svolta. Ogni certezza crollerà, i segreti del passato verranno a galla e tutto cadrà in pezzi. I loro cuori si distruggeranno a vicenda, sanguineranno e forse non potranno essere più salvati.
Entrambi i personaggi sono stati ben caratterizzati in tutto: nell’aspetto, nel carattere, nel modo di pensare e parlare; sono personaggi semplici e allo stesso tempo complicati, umani come le persone reali e in quanto tali capaci di commettere errori, alcune volte forse anche imperdonabili. Eppure sono personaggi che ritrovano in sé una grande forza alimentata dalla convinzione che oltre la sofferenza e oltre il dolore, possa esserci la speranza di una rinascita, di un miglioramento, di un cambiamento. Perché quando il proprio cuore sa’ di aver trovato la sua metà mancante è in grado di perdonare tutto e condividendo ogni cosa.


“Non solo chi ferisce sta male, ma anche chi subisce. Perdonare significa non dover giudicare, ma vivere l’errore in due”


‘Qualcosa di più’ è un romanzo intenso e capace di far vivere al lettore le più diverse emozioni: gioia, paura, dolore, speranza, amore ed eccitazione si mescoleranno e si fonderanno al punto tale che sarà difficile distinguerle. Una storia che è stata ben articolata e senza punti morti o passaggi lenti, un susseguirsi di eventi, di ricordi, di parole che toccano l’anima e che spingono il lettore a riflettere e a porsi delle domande. Grazie ad uno stile curato e ad un linguaggio semplice e diretto la lettura scorre fluida senza difficoltà e senza rallentamenti; e tra una corsa e l’altra, tra un ricordo doloroso e una lacrima versata, tra un abbraccio e un’incomprensione, i due protagonisti metteranno in discussione tutto ciò che hanno e tutto ciò che sono per vivere quel ‘qualcosa di più’.


 VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos