sabato 16 luglio 2016

Recensione: Obsidian di Jennifer L. Armentrout

Pubblicato da Morena a 16:39:00
Eccomi qui dopo tanto tempo, finalmente sono riuscita a terminare un libro. Purtroppo in questo ultimo periodo sono stata molto impegnata e non ho avuto molto tempo per leggere, ma ora sono  a vostra completa disposizione! Oggi vi parlo di un libro di cui ho sentito molto parlare: si tratta di OBSIDIAN  di Jennifer Armentrout.


Autore: Jennifer L. Armentrout
Pubblicazione: 26 Giugno 2013  
Traduzione: Sara Reggiani 
Titolo: Obsidian (Lux #1)
Editore: Giunti Y
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 336














TramaKaty, una book blogger diciassettenne, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia. Noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa: Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell’incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma un giorno Daemon salva Katy da un’inspiegabile aggressione, bloccando il tempo con... un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Katy, senza volerlo, c’è dentro fino al collo. L’unico modo per sopravvivere è stare incollata a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima...
Sexy, appassionante e irrinunciabile, Obsidian è il primo capitolo dell’attesissima serie “Lux”.

Recensione: Allora, inizio col dirvi che questo libro mi compariva sempre davanti, su qualsiasi social io mi trovassi ne sentivo parlare, così ho deciso di leggerlo. All' inizio quando ho letto la trama  ho pensato '' Bene niente vampiri ma alieni , chissà cosa mi aspetta!!''. Inizialmente mi sembrava la solita storia un po' simile alle storie a cui siamo abituati; lei che si innamora di lui e lui di lei, ma subito ho cambiato opinione. Loro non si amano, loro SI ODIANO. Infatti è stato proprio questo aspetto  della storia ad attrarmi, entrambi i protagonisti non si sopportano a vicenda, ma nonostante ciò si ritrovano inevitabilmente insieme in ogni occasione fino a quando la nostra protagonista, Katy, un ragazza di 17 anni un po' nerd e amante di libri, non scopre chi è in realtà il suo vicino di  casa, Daemon e sua sorella Dee, loro infatti non sono umani, ma sono ALIENI.
Tutta la ''famiglia'' di Daemon pensa che questa umana, avendo scoperto la verità, sia un pericolo per loro, ma in realtà Katy tiene a loro e soprattutto ad una persona (e ovviamente lei non vuole ammettere i suoi sentimenti per lui, ma vabbè devono succedere ancora tante cose ahahhaha).
Katy  apprende l'esistenza di una razza che possiede  poteri straordinari  e di nuovi nemici gli AURUM, nemici mortali dei LUX ( gli alieni) , i quali sono in grado di risucchiare i poteri di quest'ultimi. E si ritrova così coinvolta in uno scontro tra queste due fazione che da questo momento in poi cambierà per sempre la sua vita.

"Di ritorno a casa, però, trovai davanti alla porta una pila di pacchetti e i brutti pensieri svanirono. Ne afferrai uno con un gridolino di gioia. Erano libri… libri freschi di stampa che avevo ordinato settimane prima.Corsi di sopra e accesi il computer per dare un’occhiata alla recensione che avevo pubblicato la sera prima. Nessun commento… La vita era una merda. Ma avevo ben cinque nuovi utenti! La vita non era più una merda."

Storia davvero bella che merita davvero ma davvero di essere letta ( io  ho finito di leggere il libro in un solo giorno pensate un po'!!!!). La  narrazione e molto fluida e ti mantiene sempre con il fiato sospeso ad ogni fine capitolo, ve lo consiglio veramente; e se dopo aver finito questo primo libro vì è rimasta l'irrefrenabile voglia di sapere cosa succede dopo, non preoccupatevi, perché la serie continua!
Io concludo qui e ci sentiamo alla prossima recensione .

                                                                 - Mory

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos