lunedì 1 maggio 2017

Recensione: "La Farfalla Nera" di Sergio L. Duma.

Pubblicato da Morena a 18:00:00
Oggi vi parlerò di  "La Farfalla Nera" di Sergio L. Duma.

                      


TRAMA: ‘La Farfalla Nera’ è incentrato su due tematiche fondamentali: il legame tra scrittura e atto magico e la scoperta di segreti relativi a forze ancestrali che da secoli manipolano e controllano l’umanità. Tra i protagonisti del romanzo cpiù ao due adolescenti che si amano mamolti  oro esistenze sono sconvolte da una serie di avvenimenti strani. Il ragazzo fa sogni indefinibili e sente che hanno a che fare con messaggi provenienti da altre può  sembrareensioni; la ragazza invece di colpo ha iniziato a percepire i pensieri delle persone che la circondano. Tutto sembra ruotare intorno a un misterioso individuo, chiamato il Sistematore, a conoscenza di molte cose e abituato a muoversi in vari ambienti, in logge e sette segrete, in dimensioni parallele e in realtà ancestrali. L’uomo li contatta dicendo che uno dei suoi scopi è sistemare la vita delle persone che si trovano nei guai, in ossequio a un ruolo stabilito in passato da qualcuno, forse Dio. Ma tutto è ambiguo e il Sistematore stesso potrebbe essere Dio sotto mentite spoglie, impegnato ad eseguire un piano particolare che coinvolge i due ragazzini e altri personaggi. Il ragazzo, tra le altre cose, è un fan dei libri di Donald Spoto jr., scrittore fantasy misteriosamente scomparso, i cui libri sono in realtà pretesti per veicolare messaggi esoterici. L’enigma della scomparsa di Spoto coinvolge anche l’ambiente di Hollywood e in particolare Stacey Stevens, attricetta in procinto di girare un telefilm ispirato ai libri di Spoto e componente di una loggia massonica che controlla l’ambiente cinematografico e televisivo. Di fatto esiste un complotto che coinvolge tutti i personaggi e che potrebbe essere stato architettato dallo stesso Spoto. E quando la verità verrà rivelata niente sarà più come prima.

RECENSIONE: Scusate se questo commento sarà corto, ma a causa di vari impegni non posso dilungarmi molto. Dopo varie peripezie, finalmente ho terminato di leggere questo libro. Devo dire che all' inizio non mi convinceva molto, non riuscivo ad andare avanti e anche se leggevo non provavo molto interesse. Poi c'è stata la svolta: andando avanti  mi sono appassionata sempre di più. La storia intreccia la vita di molti personaggi in modo da regalarci dei colpi di scena davvero interessanti. I due protagonisti Luca e Lisa racchiudono due aspetti differenti, bene e male. 

E' una storia misteriosa, quella difronte alla quale ci troviamo; che diventa sempre più incalzante e coinvolgente: la moltitudine di personaggi di cui scopriremo man mano leggendo, ci permetterà di conoscere ogni volta un punto di vista diverso, che aggiunge sempre qualcosa in più alle scene precedenti. Questo libro ci porta a sollecitare la nostra fantasia e a immaginare qualcosa che va oltre ciò che vediamo; Vi consiglio dunque di leggerlo!
Alla prossima recensione. - Mory




0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos