martedì 16 maggio 2017

Segnalazione: "Le regole di Hibiki" di Cristiano Pedrini

Pubblicato da AlessiaM a 12:47:00
Ben trovati Readers! Vi segnaliamo un romanzo Italiano, molto apprezzato. Si tratta di "Le regole di Hibiki" di Cristiano Pedrini.

Titolo: LE REGOLE DI HIBIKI
Autore: Cristiano Pedrini
Genere: Narrativa
Numero di pagine : 242
Pubblicato con FDbook – collana “Auto da fe” 

Trama: Hibiki vive a Londra, ha diciotto anni, una vita difficile alle spalle e Owen, il suo fratellino dodicenne e malato di cui prendersi cura.
Da quando è morta la loro madre e sono rimasti soli il compito del fratello maggiore è di occuparsi della casa e delle loro vite e per questo si prostituisce, almeno fino a quando Owen non lo prega di smettere. È così che troverà lavoro come fattorino per un grande studio dove conoscerà Chris, uno dei più grandi avvocati di Londra, ricco e importante uomo d’affari che sembra irraggiungibile, ma che al tempo stesso pare subito interessato a quello sfacciato, ragazzino che tiene sempre la testa alta e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. 



“Toccami, fai quello che vuoi… mi disse al nostro primo incontro, ma non credere di poterti innamorare di me… ed evita di perdere tempo a farmi stupidi regalini; io non sono un animaletto da compagnia”. 


CONTATTI &AUTORE


ESTRATTO 

Il giovane si appoggiò al bancone della reception porgendo un timido saluto che l’addetto, nella sua elegante divisa color porpora, contraccambiò sorridendogli.
Ormai quest’ultimo conosceva bene quel ragazzo dall’aspetto sciatto che, periodicamente, entrava nella hall dell’elegante albergo, per raggiungere la suite presidenziale.
«È già arrivato… mi ha pregato di dirti di salire subito» gli disse indicando gli ascensori.
Il ragazzo annuì. Infilò le mani nelle tasche dei jeans e raggiunse l’ascensore attraversando l’immenso atrio, a quell’ora praticamente deserto. Difficilmente in altri orari sarebbe potuto passare inosservato dinnanzi al via vai di clienti facoltosi: l’avrebbero sicuramente squadrato dall’alto in basso.
Ora invece sapeva che non avrebbe incontrato nessuno e, quando le porte della cabina si aprirono davanti ai suoi occhi, si vide riflesso nello specchio che ricopriva la parete interna dell’ascensore.


0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos