venerdì 7 luglio 2017

Recensione: "La Luce del Lago" di Sara Fusco

Pubblicato da AlessiaM a 11:24:00
Ben trovati readers!! E' online dal 2 Luglio "La luce del lago", il secondo volume della serie "The Light of Nature" di Sara Fusco, e finalmente oggi, dopo mille impegni, possiamo parlarvene.
 

Titolo: La Luce del Lago (The Light of Nature #2)
Autore: Sara Fusco
Genere: Fantasy
Editore: SelfPublishing
Data di uscita: 02/07/2017

Trama: Sono trascorsi esattamente otto anni dalla fine della Guerra. La vita sulla Terra scorre serena, l’Universo è avvolto dalla Luce e le minacce sembrano lontane.
Per tutti. Ma non per Andir.
Una forza oscura è sempre più vicina. La percepisce, la teme, così come teme se stesso e le sue capacità.
Ha paura. E se il male stesse di nuovo per rovinare ogni cosa? E se lui fosse davvero un mostro, come riteneva la sua gente? Questa è sempre stata l’accusa che ha dovuto subire, ma Andir non vuole fare del male a nessuno a causa dei suoi poteri.
Vuole salvare chi ama. Vuole essere buono. Vuole seguire la Luce.
Proprio per questo cercherà di stare alla larga dall’unica persona che lo ha sempre salvato quando ne ha avuto bisogno: Annie.
Questa ragazza dai capelli color del fuoco e occhi profondi lo ha conquistato anima e cuore, con la sua bontà e la sua empatia. Ma Andir non sa che anche lei nasconde un segreto.
Un segreto che cela l’inizio della Fine.

La Luce riuscirà, ancora una volta, a vincere contro il Buio?
Ma, soprattutto, Andir e Annie riusciranno a stare insieme nonostante le loro diversità?
Lo scopriranno solo vivendo, e non dovranno arrendersi.
Perché il Destino è già stato scritto e le loro anime sono più intrecciate di quello che credono.



Recensione: Siamo arrivati finalmente al secondo capitolo della serie ‘The Light of Nature’: il finale dolce – amaro del primo volume mi ha lasciato la sensazione che ci fosse ancora tanto da dire sul mondo e sui personaggi che l’autrice ha creato: mi sono molto affezionata a Delia e William e mi è costato molto lasciarli andare e mettere da parte la loro storia per potermi avvicinare ad Andir ed Annie, i nostri nuovi protagonisti. Ma per fortuna l’autrice ha pensato anche a noi inguaribili romantiche!

Andir è un ragazzo ferito e tormentato dal dolore: la sua gente l’ha sempre considerato pericoloso a causa dei suoi poter ed è stato allontanato da tutti. Ma lui non ha mai voluto fare del male a nessuno, lui brama la luce, il contatto con la natura, la pace.  Non può fare a meno però di avvertire negli ultimi tempi, l’avvicinarsi di una minaccia: non sa ancora di chi o cosa si tratti, ma sente che la Pace a fatica raggiunta dopo la Guerra, sarà messa in pericolo. Sarà disposto a tutto pur di tenere sotto controllo i suoi poteri, anche se questo vuol dire stare lontano da Annie, l’unica persona che non lo ha mai giudicato o fatto sentire diverso, ma che è riuscita a vedere la sua vera anima. Stare lontano da lei però è impossibile e Andir si accontenterà anche solo di guardarla da lontano o parlarle come farebbero due amici comuni.


Perso in quei pensieri, vide finalmente Annie uscire di casa. La stava osservando di nascosto, come suo solito, e il suo cuore iniziò a battere velocemente. Vide i suoi capelli rossi danzare a ogni suo movimento e, quando lei alzò il volto verso il cielo e sorrise come non mai, involontariamente sorrise anche lui.
«Buongiorno, mondo!» urlò Annie con voce dolce.
Buongiorno, amore.
Anche lui avrebbe voluto urlare.”


Annie, con i suoi capelli rosso fuoco e occhi che ti rapiscono, è una ragazza solare e gentile con tutti: è riuscita a conquistare la simpatia di coloro che le stanno intorno e di entrare nel cuore di Andir. Anche lei è innamorata di lui, ma non è mai riuscita a confessarglielo,a differenza degli altri è sempre riuscita ad andare oltre l’apparenza e vedere in lui ciò che gli altri non hanno mai visto: un ragazzo dolce, gentile, che si preoccupa sempre prima degli altri che di se stesso; e il cuore di Annie non può fare altro che essere sempre più colmo d’amore verso quel ragazzo.
 
 
“«Ti prego. Non lasciarmi.»
Il cuore di Andir, udendo quelle parole, andò in frantumi.
Dio, cosa aveva fatto per tutto quel tempo? Le aveva reso sconosciuto anche un suo piccolo tocco e, improvvisamente, l’aveva stretta tra le braccia come se volesse stritolarla e renderla parte di sé.”


In questa avventura i due ragazzi non saranno soli e per la gioia di tutte noi ritroveremo Delia e William, che ancora una volta saranno un pezzo importante della storia e che li aiuteranno quando saranno in difficoltà.
Misteri e segreti si intrecciano ancora una volta alle vite dei personaggi dei romanzi di Sara, che non sono solo storie d’amore ma anche  e soprattutto di mondi incantati, di personaggi fatati ma che come ogni essere umano fanno anche del male. Un mondo dove l’uomo e la natura in alcuni casi sono una sola cosa, mentre in altri sono nemici; un mondo dove il male è sempre in agguato, pronto ad abbattersi funesto sulle vite delle brave persone. Ma la Luce non sparisce mai ed anche se le Tenebre tentano in tutti i modi di farla soccombere, essa si rianima ogni volta grazie ai sentimenti umani: all’amore, all’amicizia, alla solidarietà e qualunque sentimento puro che nutra il cuore.
La delicatezza e la dolcezza che Andir ed Annie hanno l’uno nei confronti dell’altro è disarmante: in tutto quel dolore, tra tutte le difficoltà e il male che incombe, quando sono insieme e si sfiorano o si guardano, sembrano vivere in una bolla che li separa da tutto ciò che c’è all’infuori di loro. Nonostante Delia e William siano stati i primi a far breccia nel mio cuore, Andir ed Annie ormai occupano un posticino tutto loro al suo interno. 




C’è qualcosa che però Annie non ha mai confidato a nessuno e questo qualcosa segnerà il corso degli eventi. Anche i poter di Andir saranno uno dei cause principali delle azioni di alcuni personaggi.  Ancora una volta la storia è ben costruita, tutti i misteri e i segreti celati andranno al proprio posto, e la lettura scorre fluida anche grazie allo stile chiaro e semplice che l’autrice adotta, capace di arrivare al lettore in modo immediato.



Annie scoppiò a piangere e mi strinse a sé, muovendo velocemente le sue mani sulla mia schiena, come per accertarsi che fossi davvero io.
«Dio, Andir. Ti amo.»
Anche io l’amavo. In realtà, avevo iniziato ad amarla dalla prima volta in cui l’avevo vista. Quando quella bambina si era avvicinata a me e mi aveva teso la mano per portarmi lontano dal luogo in cui erano rinchiusi i miei incubi personali, io mi ero innamorato di lei. E, lei non lo sa, ma quella fu la prima volta in cui vidi il nostro filo del Destino."

 

Non vi dico altro sulle cose che scoprirete andando avanti nella lettura, perché tocca a voi farlo, vi dico solo che l’attesa per questo secondo volume della serie ne è valsa la pena e ritrovare dei vecchi personaggi mentre ne conoscevo di nuovi è stato un po’ come tornare a casa. Lettura super consigliata e ora attendo con ansia il terzo capitolo di questa fantastica serie! A presto! – Ale



VALUTAZIONE

 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos