venerdì 14 luglio 2017

Recensione: "Non avere paura di amare" di Lucy K.T.

Pubblicato da AlessiaM a 23:11:00

Ben trovati Readers! Oggi vi parliamo del romanzo d'esordio di Lucy K.T. dal titolo "Non avere paura di amare", pubblicato in Self Publishing.

Titolo:  Non avere paura di amare 
Autore: Lucy K.T. 
Casa editrice: self 
Genere: contemporary romance 
Prezzo: 1,99 
Formato: ebook e cartaceo 
Data di uscita: 17/07/2017

Trama: Emily e Mark lavorano nella stessa azienda e i loro destini si incroceranno, di lì a breve. Lei, la sua miglior dipendente. Lui, il suo capo. Fin dal primo incontro scoppierà l’attrazione. Cercheranno di reprimerla, di respingersi, perché il passato porta con sé dubbi e insicurezze ma, nonostante ciò, non potranno fare a meno di volersi e desiderarsi. L’amore che li vedrà uniti sarà messo a dura prova da una rivelazione che li devasterà nel profondo, separandoli, forse, per sempre. Sul loro percorso non mancheranno i nemici, da cui guardarsi le spalle, la gelosia, i sabotaggi, ma l’amore della famiglia e l’affetto degli amici daranno loro speranza e fiducia. Riusciranno ad ascoltare il loro cuore e a non avere paura di amare?



Recensione: Un esordio con il botto quello di Lucy K.T con il suo ‘Non avere paura di amare’ con una cover che personalmente trovo fantastica e una sinossi che ti cattura e incuriosisce fin dalla prima lettura. 

Emily è una giovane ragazza trasferitasi a New York dopo essersi laureata in Storia dell’Arte alla Columbia University, con una specializzazione in Interior Designer. La sua passione è proprio quella di arredare, abbinare i colori e cercare di capire sempre di cosa abbiano bisogno i suoi clienti, ed è proprio  a N.Y. che trova lavoro alla Lynon Industries Designer. Emily non ha mai conosciuto suo padre, che abbandonò la madre non appena questa gli confessò di essere incinta; dopo quest’abbandono la madre si è rimboccata la maniche e ha faticato a lungo per crescerla e farla studiare. Poi è arrivato nelle loro vite il suo attuale marito Bob e il fratellino di Emily, Sam. 

Mark invece, è il capo dell’azienda per la quale Emily lavora, un’azienda che ha ereditato dal nonno dopo essersi laureato in Economia e Partnership Internazionali. Nel presente lo vediamo come un ragazzo cinico, freddo ed estraneo ai sentimenti ma dietro questa facciata c’è un’ anima che in passato è stata ferita dal tradimento della sua ex fidanzata. Quel tradimento ha fatto sì che Mark vedesse tutto da una nuova prospettiva e che cambiasse il modo di rapportarsi con gli altri.

Il primo incontro tra i due è elettrizzante, i loro sguardi si incrociano ed è subito fuoco e fiamme, passione e desiderio, ma anche curiosità di scoprire qualcosa in più sull’altro. Il loro è un sentimento di odio misto ad attrazione, una sensazione che sarà costante e presente ogni qual volta i due sono insieme. All’inizio non faranno altro che litigare e punzecchiarsi continuamente, scontrandosi anche per delle piccolezze. Con il passare del tempo però i due arriveranno a conoscersi e ad apprezzare l’altro con tutti i suoi pregi e difetti, ma l’evolversi del loro rapporto spaventerà entrambi: Emily è profondamente ferita a causa dall’abbandono del padre e Mark dopo la fine della relazione con Elisabeth non è più riuscito ad aprire il suo cuore a nessuno, chiudendosi dietro un muro. 

Gli alti e bassi non mancheranno in una storia dove troveremo anche altri personaggi a fare da cornice alle azioni dei due protagonisti tra cui Paul e Kevin, i migliori amici di Emily; i due sono sempre al suo fianco pronti ad aiutarla ed appoggiarla ogni volta ne abbia bisogno.
Nonostante Emily e Mark tentino in tutti i modi di evitarsi e di ignorare ciò che iniziano a provare verso l’altro, continueranno ad incontrarsi e scontrarsi  a causa o meglio dire, grazie al destino. Ma la passione che scoppia tra i due quando sono insieme è innegabile e li travolgerà lasciandoli senza fiato.



“Non riuscivo a muovere un solo muscolo. Ero totalmente persa in lui. Mark si impossessò della mia bocca con audacia, il suo corpo premeva contro il mio, facendomi capire quanto mi desiderasse in quel momento. D’istinto risposi al suo bacio, con altrettanta passione. Le mie braccia, come attratte da una forza magnetica, si posarono sulle sue forti spalle e le mie dita si fecero strada tra morbide ciocche dei suoi capelli. Percepii piccoli gemiti provenire dalla sua bocca; mai nessuno mi aveva baciata con tanto ardore.”


Travolgenti e coinvolgenti anche le scene più intime tra i due, che l’autrice descrive e racconta ma senza mai essere volgare. La chiarezza e la semplicità dello stile che ha adottato fanno sì che la lettura scorra piacevolmente e senza difficoltà, contribuendo ad essere per il lettore un momento di svago dalla routine quotidiana. Questa storia mi ha completamente rapita e ammaliata: il fascino di Mark e la dolcezza di Emily mi hanno conquistata fin dal primo momento; la loro storia e il loro rapporto li ho vissuti come se mi trovassi lì con loro a soffrire, litigare, gioire e ridere. 

Sono riusciti a superare le indecisioni, le difficoltà e i momenti di crisi solo grazie al sentimento che stava nascendo in loro e che si è rafforzato con il passare del tempo. I loro caratteri così diversi si completano a vicenda e non avrei potuto immaginare un partner diverso per nessuno dei due: nelle loro imperfezioni, nei loro difetti, nella loro umanità sono l’uno il punto di forza dell’altro e la persona dalla quale rifugiarsi e con la quale confidarsi nel momento del bisogno.




Mi sono staccata dalle pagine del romanzo solo quando l’ho finito e devo dire con mio rammarico proprio perché mi sono completamente immersa nelle vicende dei protagonisti di ‘Non avere paura di amare’, una storia che ho avuto difficoltà ad abbandonare. Questo è sicuramente uno di quei romanzi che vale la pena di essere letto e riletto, un romanzo che non scade mai nel banale e nel ripetitivo e che per questi e per tanti altri motivi è entrato nella lista dei miei preferiti.

Non vi svelo altri particolari e eventi che si susseguono in questa storia per non svelarvi nulla prima del tempo. Sta a voi scoprire i tasselli mancanti di questo puzzle e potrete farlo solo correndo a leggerlo! Per ora concludo così la mia recensione, a presto! - Ale
 
VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos