giovedì 7 giugno 2018

REVIEW PARTY: "Come un fulmine a ciel sereno" di A.L. Jackson

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00

Ben trovati! Oggi partecipiamo al Review Party organizzato per l'uscita del nuovo romanzo di A.L. Jackson "Come un fulmine a ciel sereno", terzo volume della Serie Bleeding Stars.

Titolo: Come un fulmine a ciel sereno
Autrice: A.L. Jackson
Pagine: 460
Serie: Bleeding Stars #3
Prezzo ebook: 3,99 euro
Data uscita: 6 giugno 2018
Disponibile su tutti gli store
Un nuovo romanzo auto-conclusivo di A.L. Jackson, autrice bestseller del NYT e USA Today.  

Trama: Lei è un meraviglioso incubo e lui un perfido sogno...
Sai cosa si prova subito prima che un fulmine cada? Il modo in cui puoi sentire l'elettricità scorrerti nelle vene? I fremiti di avvertimento che crepitano nell'aria densa? Questa è un'emozione che Tamar King ha inseguito per tutta la vita finché non è diventata proprio la cosa da cui è dovuta fuggire.
Negli ultimi quattro anni, Tamar si è nascosta in un mondo isolato creato da lei stessa. Era al sicuro. Nessuno poteva toccarla. Finché Lyrik West non è piombato nella sua vita.
Lui è il primo chitarrista dei Sunder e tutto ciò che lei non potrà mai avere. Tuttavia, l'oscuro e bellissimo rockettaro diventa l'unica cosa che Tamar desidera ardentemente.
Lyrik ha dedicato la sua vita alla band e il successo che ha raggiunto gli è costato caro. Amareggiato, duro e pieno di rimpianti, si rifiuta di lasciarsi andare di nuovo, ma dall'istante in cui vede Tamar King, non desidera altro che passare una notte di passione con lei.
La splendida barista si rivela essere molto più di quanto si aspettasse. La loro attrazione è irrefrenabile, il loro desiderio travolgente. Basta un solo tocco ed entrambi prendono fuoco.
Ma vale la pena essere bruciati? 



Recensione: Lyrik e Tamar sono i protagonisti del terzo volume di questa serie. I due si conoscono già da un po’ e il loro è sempre stato uno strano  rapporto: si attraggono fortemente ma allo stesso tempo non riescono ad andare d’accordo; si punzecchiano, si sfidano, si rispondono sempre per le rime e questo mantiene il loro rapporto sempre fresco e mai noioso. Ed è ciò che lui più ama e apprezza di lei. Il suo non dargliela mai vinta e sfidarlo continuamente.
I due non si vedono da un po’ ma quando inizia il romanzo eccoli rincontrarsi a Savannah: il matrimonio dei loro migliori amici infatti è alle porte ed entrambi devono parteciparvi; tutti sperano che almeno fino ad allora i due riescano ad andare d’accordo e a non prendersi per i capelli ma ignorano che sotto quell’antipatia c’è tutto un mondo da scoprire pieno di passione e desiderio repressi.
Tamar è bellissima: capelli rosso fuoco, occhi azzurri, corpo ricoperto da tatuaggi e fisico da urlo; tutti i ragazzi si voltano a guardarla e Lyrik non è da meno. Negare la bellezza di lei è impossibile ma al tempo stesso la ragazza lo infastidisce e al tempo stesso lo intriga poiché lei a differenza delle altre sembra intenzionata a non cedere al suo fascino. Nessuno sa però che dietro quella facciata fredda e indifferente, nasconde un grande dolore e un passato che ha cercato di cancellare. Tamar infatti, quattro anni prima, è scappata dalla sua città e dalla sua famiglia rifugiandosi a Savannah, per allontanarsi dal dolore che la sua deleteria relazione con un uomo più grande le ha provocato. Le ferite di ciò che le è successo le porta ancora oggi con sé incise nell’animo e sulla pelle: per guarire quelle del cuore ci vuole tempo e non si possono nascondere, ma quelle sulla pelle le ha ricoperte di tatuaggi così da non lasciarle vedere a nessuno. E così ricopre il suo volto di trucco, si è tinta i capelli, ha assunto un aspetto eccentrico; tutto pur di non far trapelare la sua parte più fragile. Quell’uomo malvagio ha segnato la sua vita e oggi Tamar non riesce a fidarsi più di nessuno ed è decisa cedere il suo corpo o il suo cuore nelle mani di qualcuno per poi soffrire. 




Ma poi è arrivato lui, Lyrik: bello, attraente e sexy da morire, con il corpo altrettanto pieno di tatuaggi e uno stuolo di donne ai piedi; l’unico che rischia di far cedere quel muro che tanto duramente ha costruito intorno a sé, che riesce a confonderla e a farle desiderare, per la prima volta dopo anni, di provare qualcosa. Lui è il chitarrista dei Sunder, la band più famosa del momento e di cui fanno parte anche gli ormai amici di lei, tra cui il marito della sua amica Shea.  
Lyrik la vuole, la desidera, brama il suo corpo e le sue curve e non può fare a meno di pensare a lei, che, ogni volta, lo respinge. Ma lui non si arrende e lentamente cerca di avvicinarla, di conquistare la sua fiducia. Il rapporto tra i due evolve lentamente e mentre lei pian piano si apre, mostrando i suoi demoni e confidandogli quel passato tanto doloroso, lui non riesce a fare altrettanto. Lei infatti non sa che anche Lyrik ha alle spalle un dolore che ancora non ha superato, un passato in cui era un ragazzo inconsapevole dei rischi, amante dell’eccesso, che superava ogni volta i limiti del normale e che metteva anche a repentaglio la propria vita. Proprio quel suo comportamento sconsiderato e al limite, quella sua impulsività e ingenuità per alcuni versi, lo hanno portato ad allontanarsi dalla cosa più bella che aveva e a compiere quello che per lui è il più grande errore della sua vita, qualcosa che non potrà mai perdonarsi e per il quale pagherà per sempre ma che sembrava inevitabile, la cosa giusta da fare non per se stesso, ma per gli altri. Oggi, la cosa più importante per lui è la lealtà ed è intenzionato a mantenere una promessa solenne fatta anni prima: il suo cuore è già impegnato e mai sarà di qualcun altro. Alle donne concede solo il suo corpo, ma mai i suoi baci e il suo amore. Eppure Tamar inizia a fargli mettere in discussione questi suoi limiti e a farlo quasi cedere ma il rimorso è troppo grande e lui non può lasciarla avvicinare alla sua vita disastrosa.



“Morivo dalla voglia di assaggiarla.
«‘Fanculo.»
Suppongo che mi avrebbe ucciso comunque.
La mia bocca si abbatté con forza sulla sua. Allo stesso tempo, affondai le mani nei suoi riccioli rosso rubino.
Sì. Non c’era alcun dubbio, cazzo. Questo era ciò che volevo. Ogni esitazione mi abbandonò.
Le strinsi i capelli tra le dita e le strattonai la testa all’indietro per avere un migliore accesso a quella bocca imbronciata che era apparsa in molte delle mie fantasie. Avevo bisogno di prendere di più da questa ragazza.
Perché, diamine, se dovevo arrendermi, allora mi sarei preso tutto.”




Ciò che Lyrik può concedere a Tamar sono due mesi prima che lui torni a Los Angeles con la band: due mesi per conoscersi, per accettarsi, per abbandonarsi alla passione e al desiderio, due mesi per ridere, per giocare, per piangere, per divertirsi ma al cui termine, ognuno andrà per la sua strada e tornerà alla sua vita. E se inizialmente Tamar accetta la situazione, più passa il tempo, più si rende conto di quanto sia difficile mantenere le distanze perché scopre che lui è molto più di quello che mostra: è gentile, forte, leale, generoso, con un cuore buono e, se solo volesse, capace di amare immensamente. Lui è perfetto, l’uomo che qualsiasi donna potrebbe volere al suo fianco…l’uomo che lei vuole, ma che non può avere.
Più lei si avvicina, più lui si allontana; più lei si apre con lui, più lui si chiude a riccio, ferendo se stesso e soprattutto lei. L’attrazione che c’è tra loro non si può negare ma non sembrano pronti a fare il passo successivo. Eppure le loro vite sono entrate in collisione, si sono scontrate e fuse in un tutt’uno. Ma così come si sono intrecciate eccole pronte a separarsi e allontanarsi, per paura di soffrire, per i troppi rimorsi, per il troppo dolore che entrambi portano sulle spalle. Lyrik riesce a darle la forza per affrontare i suoi demoni ma non riesce a fare altrettanto con i suoi, perché è più facile scappare che accettare il dolore. Riusciranno a trovare il coraggio di rischiare tutto e la forza di amare?



“Mugolai di piacere e strinsi i suoi capelli tra le dita. «Lyrik.»
«Dimmelo» mormorò contro le mie labbra. «Dimmi che lo vuoi ancora.»
«Sì.»
Quella fu l’unica risposta di cui ebbe bisogno.
Mi baciò come se non fossi la fragile, spezzata ragazza che era crollata tra le sue braccia ieri notte.
Un pezzetto di me si innamorò di lui. Proprio in quel momento. Proprio lì.”



 
‘Come un fulmine a ciel sereno’ è una storia intensa piena di sentimenti, di dolore, di perdita, di seconde possibilità, di coraggio, di passione, di amicizia e di amore e dove ogni più piccolo gesto è carico di significato. E’ un romanzo scritto molto bene e con uno stile curato, diretto ed un ritmo fluido e tradotto magnificamente aggiungerei. La lettura che vede i POV alterarsi, è entusiasmante e coinvolgente fin dalle prime pagine, non annoia mai il lettore e tiene sempre con il fiato sospeso, caricando le pagine si suspance e pathos e trascinando chi legge in un turbinio di emozioni. E’ un romanzo sexy, che risveglia gli ormoni e infiamma le pagine: tenetevi pronte a due protagonisti hot, scoppiettanti, irriverenti, senza filtri, super passionali e a scene che risvegliano i bollenti spiriti, ma mai esagerate o volgari. Tutto è perfetto in questo romanzo: l’ambientazione meravigliosa, la costruzione fisica e caratteriale dei protagonisti, l’evolversi graduale degli eventi e delle dinamiche, la dose giusta di passione e sensualità ma soprattutto  la profondità e la cautela nel trattare temi delicati e capaci di toccare la sensibilità e l’anima del lettore. Insomma, che altro aggiungere? Non potete assolutamente perdervelo. 
- Ale  
 

 VALUTAZIONE



0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos