lunedì 4 giugno 2018

The Pilot Diaries: Recensione 1x01 "Lost in Space"

Pubblicato da AlessiaM a 13:25:00
Ben trovati! Siamo al terzo appuntamento della nuova rubrica in collaborazione con 'A girl of Winterfell' dal titolo 'The Pilot Diaries' in cui commenteremo i Pilot delle Serie Tv che stiamo visionando. Oggi vi parliamo di "Lost in Space".

Titolo: Lost in Space 
Data di uscita: 13 Aprile 2018  
Genere: Serie TV 
Attori: Maxwell Jenkins, Molly Parker, Taylor Russell, Toby Stephens  
Paese di produzione: USA 
Lingua originale: English 

Trama: Nel 2046, in un mondo in cui la colonizzazione dello spazio è ormai una realtà, la famiglia Robinson è stata scelta per cominciare una nuova vita altrove nell'universo. Improvvisamente, i futuri coloni si ritrovano però fuori rotta nel viaggio verso la loro nuova casa, costretti a stringere insolite alleanze e lavorare insieme per sopravvivere in un pericoloso ambiente alieno, lontano anni luce dalla loro destinazione di partenza. In questa loro spaventosa ma straordinaria avventura, John e Maureen non solo dovranno tenere i figli Judy, Penny e Will al sicuro, ma venire a capo anche dei loro problemi coniugali.

Recensione: Siamo nel futuro, la terra è diventata invivibile e la colonizzazione dello spazio è ormai una pratica diffusa grazie anche alle elaborate teconloogie: la famiglia Robinson si trova in viaggio nello spazio diretta verso il pianeta che diventerà la loro nuova casa. Ma qualcosa durante il viaggio va sorto e la famiglia si trova a precipitare su un pianeta sconosciuto ed ostile, un pianeta pieno di insiedie, pericoli e strane creature. Non saranno infatti gli unici esseri viventi ad abitare in quel posto e per sopravvivere dovranno combattere e stringere strane alleanze con degli esseri sconoscuti. In tutto ciò i Robinson dovranno affrontare anche i più comuni problemi familiare e i due coniugi dovranno cercare di tenere tutti uniti, superando insidie e litigi. Non sarà per nulla facile e la storia ci porta a conoscere anche il loro passato e le dinamiche precedenti attraverso diversi flashback. Grazie ad essi riusciamo a comprendere come quella famiglia all'apparenza perfetta in realtà sia molto lontana dall'esserlo e di come in essa vi covino segreti e gelosie, problemi irrisolti e menzogne. Insomma una famiglia sull'orlo della separazione potremmo dire. Ciò sicuramente stimola la curiosità nel pubblico compensando i difetti della serie e stimolando la voglia di scoprire cosa sia successo.




Questa è una serie che sicuramente può destare interesse in un pubblico ampio, bambini, adolescenti e adulti anche grazie agli effetti speciali e alla tecnologia adoperata ma che non convince a pieno. L'ambientazione è sicuramente ben resa e non lascia insoddisfatti ma ho trovato il primo episodio troppo lungo e a tratti noioso, pochi colpi di scena e sommovimenti. Migliorerà nei successivi episodi? Chi lo sa.      
Devo ammettere che la visione del pilot mi ha lasciata perplessa e senza riuscire a comprendere se mi fosse piaciuto oppure no: certo vi sono indubbiamente delle buone basi che già si esplicitano in questo primo episodio ma c'è qualcosa che non mi ha convinta a pieno, forse la troppa surrealtà e poca credibilità di alcuni eventi. Ho trovato poca originalità, una trama quasi scontata e una sceneggiatura lenta e per alcuni istanti anche vuota e senza senso.
La durata degli episodi potrebbe a lungo andare rivelarsi eccessiva e portare il pubblico ad annoiarsi, forse sarebbe stato meglio fare più episodi ma ridurli in modo da mantenere viva l'attenzione.

Che altro dire? Per ora sono ferma al Pilot e non credo andrò avanti. Magari in futuro gli darò un'altra possibilità.


                                 VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos