martedì 25 giugno 2019

REVIEW TOUR: "Lo Zingaro" di Jane Harvey-Berrick - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00

Ben trovati! Oggi partecipiamo al Review Tour organizzato per l'uscita del nuovo volume della The Traveling Series di Jane Harvey-Berrick; "Lo Zingaro" uscito edito Delrai Edizioni in digitale il 20 giugno mentre in cartaceo il 25 giugno.


Titolo: Lo zingaro
Autore: Jane Harvey-Berrick
Genere: romance
Serie: The Traveling Series
Pagine: 384
Prezzo ebook: 4,99
Prezzo cartaceo: 16,50
Dorso libro: 25,5 mm
Editore: Delrai Edizioni
ISBN cartaceo: 9788899960834
  
 
Sinossi: Vuoto dentro, il cuore gelido, Zef si rivolgeva a whiskey e droghe per riempire il vuoto che provava. Ora, invece, dopo una condanna e la detenzione, una nuova determinazione cresce dentro di lui: vuole fare qualcosa della sua vita. Da quando è uscito di prigione, ha trovato il suo posto in un circo itinerante e lavora come motociclista acrobatico.
Vive all’insegna della velocità, vive intensamente e non rimane mai fermo troppo a lungo nello stesso posto. Non vuole essere legato a qualcuno o qualcosa. Leale e orgoglioso, le uniche persone di cui si preoccupa sono suo fratello e la sua famiglia circense. Fino a quando una ragazza entra nella sua vita, scappata dal passato per rifugiarsi al circo, e il suo mondo all’improvviso cambia. Zef deve scegliere chi vuole essere davvero e ha davanti a sé una nuova strada, quella dell’amore.

Una storia autoconclusiva della serie Traveling, che ha saputo emozionare con i suoi protagonisti molti lettori in tutto il mondo, ricordandoci che il diverso non fa paura se a muoverci sono umanità e sensibilità.
 
 
Recensione:  E' arrivata finalmente il momento che Zef ci racconti la sua storia tormentata e complicata. Lui, scontroso e irascibile, che non ha mai avuto niente con facilità e che ha sempre dovuto lottare ma che purtroppo ha più volte smarrito la giusta via. Tanti, troppi forse, sono stati i suoi errori in passato con i quali ancora oggi fa i conti ma che inevitabilmente l'hanno portato poi a decidere di riprendere in mano la sua vita e cambiare radicalmente abbandonando le cattive abitudini. E proprio il circo, che con i romanzi della Berrick abbiamo imparato ad amare, sarà la sua àncora di salvezza perché grazie ad esso torna a sentirsi vivo e forte, torna a respirare senza più pesi sul petto ma soprattutto è grazie al circo che per la prima volta non sarà più solo: lì conosce tante persone e nuovi amici, quelli che per lui diventano la famiglia che non ha mai avuto. Ma ancora sente di non aver trovato il suo posto nel mondo e che qualcosa manca alla sua vita anche se i legami ancora lo spaventano. Ed è così che incontra un'anima simile alla sua, Sara, una ragazza in fuga da tutto e tutti, dai suoi demoni forse un po' anche da se stessa ma che in realtà scopriremo essere molto più di quello che sembra. Lei pare essere proprio il suo esatto opposto, introversa, dolce, delicata e timida, insomma i loro sono due mondi che mai potrebbero andare d'accordo. Ma stranamente i due condividono molto di più di quello che credono: cicatrici profonde e dolori difficili da raccontare a parole, un senso di solitudine e abbandono che aspetta solo di essere colmato. E passo dopo passo, pagina dopo pagina, nasce un amore inaspettato e travolgente nonostante le loro tante differenze (ad esempio quella dell'età che però io ho adorato), che li fa sentire vivi e li porta a reagire e combattere. Un amore che li cambia e li aiuta a maturare, a comprendere tutte le sfumature della propria personalità, ad essere responsabili e ad accettarsi pregi e difetti inclusi. Un amore che all'inizio tentano di ostacolare ed evitare ma contro cui nulla può imporsi, nemmeno i segreti celati pronti a dividerli perchè entrambi meritano la loro possibilità di essere felici.
 

"Mi tirai indietro, ma sapevo che questo avrebbe fatto male a lui quanto a me. Io mi ero innamorata di quell’uomo imponente, gentile e taciturno. Mi ero innamorata della sua passione, la sua onestà, il suo immenso talento, la premura e la devozione per la sua famiglia di circensi."
 

La Berrick torna  a catapultarci nel magico mondo del circo da lei creato, rappresentando personaggi spezzati ma ancora capaci di rialzarsi e vivere. Con la sua scrittura limpida ed intensa è in grado di arrivare al cuore con poche e semplici parole; di farci innamorare dei suoi protagonisti e delle loro debolezze, dei paesaggi, delle sensazioni ed emozioni che racconta.  
I romanzi come quelli della Berrick, bisogna dirlo, insegnano tanto: non sono mai banali o noiosi e soprattutto tentano sempre di trasmettere qualche messaggio importante affrontando temi abbastanza delicati e spinosi, ma sempre con la delicatezza e il rispetto che la contraddistingue. Trovo utile riprendere poi un mio pensiero espresso giorni fa nella nostra tappa del Blog Tour ma che trovo ora ancora più inerente. Tutte noi inguaribili romantiche e sognatrici, speriamo da sempre di vivere la perfetta storia d’amore e incontrare il principe azzurro, ma non sempre ci innamoriamo del ragazzo perfetto. Zef sicuramente non lo è, ma sono proprio i personaggi come il suo a far innamorare le lettrici: con la sua testardaggine e i suoi tanti errori, con la sua capacità di ricominciare da zero e la sua forza, con il suo cuore che è ancora vivo nonostante tutto e che torna a battere grazie ad una ragazza. 
Un ultimo volume che con una sensazione dolce-amara chiude una serie che ci ha fatto sognare e in cui ritroviamo i protagonisti dei volumi precedenti che abbiamo tanto amato. E' triste dover lasciare andare dei personaggi che ci hanno donato così tanto con le loro storie ma è anche giusto che ora possano continuare a vivere e sognare nella nostra mente ed immaginazione proprio come il primo giorno. Leggete questa serie perché non ve ne pentirete. - Ale
  
 
VALUTAZIONE 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos