mercoledì 9 ottobre 2019

REVIEW PARTY: "Come far perdere la testa al capo" di Max Monroe - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 08:00:00
Ben trovati! Oggi partecipiamo al Review Party organizzato in occasione dell'uscita del romanzo  "Come far perdere la testa al capo" del duo Max Monroe edito Always Publishing e disponibile in digitale dal 26 Settembre.

Titolo: Come far perdere la testa al capo
Autore: Max Monroe 
Serie: Billionaire Bad Boys Series #1 
Editore: Always Publishing 
Data di pubblicazione: ebook 26 settembre 2019 - Cartaceo 3 ottobre 2019 
 
Trama: Georgia lavora come capo del marketing per TapNext, la app per incontri più popolare del momento. Ha una carriera invidiabile, è spumeggiante e simpatica, eppure, quando si tratta di uomini non ha proprio fortuna.
È persino obbligata a tenere un profilo suTapNext, rigorosamente anonimo, e da allora ha praticamente perso del tutto le speranze di trovare un uomo che non pensi che mandare foto di parti intime sia un modo gentile di fare conversazione. Anzi, quando riceve la quarta foto oscena in un solo giorno, decide che è il momento di rispondere a tono al profilo Sporco_Ruck. Inaspettatamente, superato “l’incidente”, l’uomo dietro il profilo si rivela brillante, divertente, persino piuttosto galante, e Georgia si trova sempre più in confidenza con lui.
Fino a che Kline Brooks, il suo bellissimo,ultra affascinante e ricchissimo capo, che ha tutti i numeri per essere il gentiluomo perfetto, non le chiede di accompagnarlo a un evento. Georgia non riesce a crederci, ma gli esiti di un solo esilarante appuntamento, di un quasi bacio e di una dose eccessiva di antistaminici, possono essere davvero imprevedibili. Kline viene colto completamente impreparato dalla connessione istantanea che lo lega alla spumeggiante Georgia.
E soprattutto viene colto impreparato quando capisce che è proprio Georgia a nascondersi dietro il profilo di Rose, la donna brillante con cui ha cominciato a scambiare messaggi su TapNext sono il nome di Sporco_Ruck.
Sarà il caso, per Kline, di rivelare questa fortunata coincidenza... o sfruttarla per conquistare una volta per tute il suo adorabile capo del marketing?
 
 
Recensione: 'Come far perdere la testa al capo' è l'esatto esempio dei romanzi che amo leggere: frizzanti, divertenti, ironici ma che sanno essere anche sensuali, dolci e romantici.  Tutto è mescolato perfettamente in questa storia, rendendo il romanzo una lettura dalla quale è difficile staccarsi: Kline e Georgia mi sono entrati sotto pelle, hanno saputo conquistarmi fin dalle prime pagine e le loro avventure mi hanno fatta divertire come una matta.
Kline è proprio il tipico maschio Alpha: bello, sensuale, magnetico, possessivo e tremendamente affascinante. Lui, che potrebbe vantarsi di ciò che ha e della sua avvenenza è in realtà molto dolce e gentile, cortese con tutti i suoi dipendenti, amici e chiunque altro. Apprezza le belle donne e sa riconoscerne una quando ce l'ha davanti, fatta eccezione per una donna che è sempre stata sotto al suo naso ma alla cui bellezza non aveva mai fatto caso.
Georgia lavora per Kline, un capo ligio al dovere e tremendamente attraente. Il loro è sempre stato un rapporto professionale o almeno fino a quando lui non le fa una strana proposta, ovvero accompagnarla ad un evento. Da quel momento in poi tutto sembra essere nuovo per loro: gli approcci, gli sguardi, i gesti acquistano un nuovo significato e il loro rapporto inizia a cambiare. Mentre sul piano lavorativo cercano di mantenere le cose neutrali, in quello privato tutto procede alla velocità della luce e i due diventano sempre più intimi e legati. Entrambi però nascondono all'altro un grande segreto e proprio in questo caso la sincerità potrebbe evitare tutti i malintesi e danni irreparabili. Ma come ogni buon romanzo, un po' di angst non può mancare e la storia saprà tenerci con il fiato sospeso e il cuore in una morsa fino all'ultimo.
 
 
"Il mio cuore nelle tue mani e tu tra le mie braccia, solo questo mi serve e nient’altro, per sempre."
 
 
Kline e Georgia sono anime gemelle, due metà perfette di un'unica mela, diversi in tante cose ma perfetti insieme. Riescono a tirare fuori il meglio dell'altro: gentilezza, dolcezza, una spiccata intelligenza, i loro sani valori e al tempo stesso irriverenza, sensualità e passione. Insieme sono un mix perfetto, una bomba pronta ad esplodere, un incendio pronto a divampare. Nel romanzo sono sapientemente mescolati momenti ironici a quelli passionali, quelli dolci a quelli più seri e delicati. In una storia di scoperta di sé e dei propri limiti, di crescita e maturazione, di amicizia ma soprattutto di ricerca del vero amore: quello capace di annullare tutto ciò che ci circonda, di far dimenticare i problemi e le difficoltà; capace di far sentire vivi più che mai e soprattutto pronti a mettere tutto in gioco pur di conquistarsi il proprio lieto fine. Kline e Georgia dovranno imparare a fidarsi l'uno dell'altro, ad amarsi per ciò che sono e ad essere sinceri, perché quelle sono le basi più solide per potersi guadagnare l'happy ending.
La lettura non mi ha mai annoiata, le pagine scorrono con facilità e leggerezza. Questo romanzo mi ha conquistata in tutto e per tutto: per la trama, per i suoi personaggi frizzanti e ai limiti, per la sua capacità di trasmettere dolcezza e spensieratezza. Mi ha fatto percepire chiaramente  ciò che pian piano nasce tra i due protagonisti, che và ad affiancare la semplice e forte attrazione tra i due e ciò che sentono per l'altro, ovvero senso di protezione e appartenenza. Ho adorato che i Pov fossero alternati perché ciò mi ha permesso di entrare in sintonia con entrambi, di capirne paure, emozioni e sensazioni e li ho amati anche grazie a questo. Un inizio stratosferico per un duo di autrici da tenere d'occhio e una serie che sono sicura ci riserverà solo cose belle, io non vedo l'ora di poter leggere i seguiti, sono curiosissima.
Romanzo amato, adorato e super approvato. Lo consiglio caldamente a tutti, ma davvero tutti. - Ale       

 
VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos