mercoledì 24 ottobre 2018

REVIEW PARTY: "Oltre le Paure, Te" di Ilenia Bernardini - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 09:00:00

Ben trovati Readers! Oggi partecipiamo con piacere al Review Party organizzato in occasione del festeggiamento del primo anniversario dall'uscita del romanzo di Ilenia Berdardini, "Oltre le aure, Te". Pronti a conoscere la storia di Anne e Matt?!

Titolo: Oltre le paure, Te
Autore: Ilenia Bernardini
Editore: Self Publishing
Data Pubblicazione: Venerdì 13 ottobre 2017
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: € 1.99 (€ 14,00 per il cartaceo)
Genere: Romanzo Rosa
Link d'acquisto: AMAZON


Trama: Come si può sopravvivere al dolore della perdita della persona che ami? Come si fa a essere forti per gli altri se dentro ci si sente morti?

Anne Hudson Sinclair non ha le risposte alle domande, è bloccata nel suo dolore. La guerra le ha portato via il marito, il suo confidente, il suo migliore amico, il padre delle sue figlie. Si limita a respirare, a fare quello che tutti si aspettano da lei: cerca di essere una madre presente per Claire e le gemelle Alison e Alice, un punto di riferimento. Non permette a se stessa di tornare a vivere a pieno la propria vita, incapace di lasciare andare il dolore e i sensi di colpa.
Matt Cooper è il suo sbaglio più grande, l’uomo che con un solo bacio ha messo sottosopra le sue convinzioni, prima che il suo mondo crollasse.
Per Matt esiste solo una donna, ma sa di non essere quello giusto per lei. Il suo passato violento lo ha forgiato, nel fisico, nella mente ma soprattutto nel cuore, blindandolo. Non permette a nessuna donna di avvicinarsi: meglio amare da lontano piuttosto che rovinare la vita di Anne. Ma quando una decisione sbagliata li porta a stare a stretto contatto, il cuore sceglie di combattere, di andare contro ogni regola imposta.

Perché a volte bisogna solo trovare quella persona che ci sproni ad affrontare e superare le nostre paure, a compiere il salto nel buio che tanto ci fa paura. 

Dopo averli conosciuti in “Amore dietro le quinte”, Anne e Matt tornano con la loro storia di dolore, paura, coraggio, fiducia e amore.



Recensione: “Oltre le paure, Te” è un romanzo che già dal titolo fa viaggiare con la mente, che lascia immaginare quanto ci possa essere di nascosto da scoprire al suo interno ma che riesce a stupire costantemente, e soprattutto che contiene dentro di sé una miriade di emozioni e sentimenti, il vissuto di due protagonisti, due cuori distrutti e ridotti in mille pezzi che non riescono più ad essere incollati.   
Anne e Matt sono due personaggi con tante sfaccettature, che dietro una semplice azione, una parola o un gesto nascondono tanto di sé, del proprio io, del proprio cuore. Matt è un uomo costantemente in conflitto: da anni è innamorato della sua Anne ma non le si è mai potuto dichiarare, d’altronde lei era sposata con un uomo che amava e a Matt bastava saperla felice. Tra i due c’è sempre stato uno strano rapporto, un costante respingersi e farsi la guerra: Anne lo allontanava in ogni modo e continuava a vivere la sua vita felice con il marito e i figli. Quando poi Anne perde il marito, l’unica certezza di Matt cade repentinamente: ora lei è sola, fragile, ma soprattutto vulnerabile e si sente tremendamente in colpa, perché il ricordo di quella notte in cui ha perso tutto le torna costantemente alla coscienza, dilaniando il suo cuore. Matt ha sempre tentato di fare il suo bene, di appoggiarla, di aiutarla nel momento del bisogno e tutto questo nonostante non potesse averla in nessun modo: ogni giorno le donava un pezzo di sé, senza chiedere nulla in cambio; ogni giorno si perdeva in lei senza cercare la strada del ritorno. Lui, che per il proprio passato, ha sempre creduto di non meritare di essere amato; lui, che ha sempre cercato di dare senza mai pretendere; lui, che è perfetto così come è, senza nemmeno rendersene conto. 


“Prima di entrare, la tiro verso di me, ho bisogno di tenerla vicino. Posa la guancia sulla mia spalla, il suo respiro mi accarezza il collo mandandomi il sangue alla testa, mentre la stringo tra le braccia.
Non dico nulla, non servono parole. In questo istante il mio cuore batte allo stesso tempo del suo. Siamo vicini, sincronizzati, legati da un filo invisibile e, Dio… è una sensazione bellissima.”


Devo ammettere che mi sono profondamente innamorata di lui, delle sue incertezze, delle sue insicurezze, del suo cuore buono e colmo d’amore incondizionato.
Anne spesse volte la si fa fatica a comprendere: sicuramente il dolore per la perdita del marito, della vita che conduceva prima, l’ha segnata e questo è comprensibile; d’altro canto però i suoi atteggiamenti ostili verso Matt delle volte sono esagerati e solo andando avanti con la lettura li si inizia a comprendere. In tutti i modi tenterà di negare ciò che prova per Matt e lui la lascerà fare, perché crede che sia giusto così. Ma arriverà il momento in cui capirà che così sbagliano entrambi. Perché la cosa più giusta per loro è solo quella di accettare di darsi una seconda possibilità, di darla a se stessi e all’amore; perché forse è vero che non c’è un solo e unico amore nella vita di ognuno di noi: forse ci sono grandi amori che il destino decide di far durare un battito di ciglia, che tramontano ma che al tempo stesso non finiscono mai; e amori nuovi, che nascono per farci tornare a sognare e per trasformare quelli precedenti in un bel ricordo. Riusciranno a far tesoro di ciò che hanno, lottando contro le paure prima che sia troppo tardi?


“Mi posa un bacio dolce, delicato sulla fronte, rendendomi gelatina tra le sue braccia. Appena toglie il braccio dai miei fianchi, scappo via di corsa, cerco di seminare anche le sensazioni che mi fa provare, emozioni che avrei giurato di non poter vivere più.”


E che dire dell’autrice?! E’ riuscita a creare un romanzo completo ed intenso, che commuove e tocca il cuore di chi legge; che parla di amore, di dolore e sofferenza, di rinascita e seconde possibilità; che scandaglia le emozioni umane più disparate e lo fa con delicatezza, in punta di piedi e senza mai esagerare o cadere nei cliché. Il linguaggio è diretto e curato, lo stile fluido e coinvolgente ed accompagna in una lettura tutta d’un fiato, che scorre senza problemi e senza parti lente, che tratta temi delicati e sentimenti importanti. Insomma che altro dirvi se non, “Correte a leggerlo”! Super consigliato! – Ale


VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos