domenica 26 giugno 2016

Recensione: Le confessioni del cuore di Colleen Hoover

Pubblicato da AlessiaM a 18:51:00

" Ci sono delle persone che incontri e impari a conoscere, 
e poi ce ne sono altre che incontri e conosci già. " 



Titolo: Le confessioni del cuore
Autore: Colleen Hoover
Editore: Leggereditore
Data: 17 dicembre 2015
Genere:  New Adult


TramaA soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore. 
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna…

Recensione: Posso dirlo ancora una volta: amo la Hoover.  “Forse un giorno” per me, a oggi rimane il suo miglior romanzo, ma ho adorato ogni sua singola opera. E' sempre difficile scrivere le recensioni, senza rischiare di dare  a chi leggerà il libro degli spoiler e con la Hoover, questo lo è ancora di più. Dirvi qualcosa sulla storia senza svelare nulla è praticamente impossibile,poiché il tutto è tenuto insieme da un intreccio perfetto e la trama in realtà non svela nulla del romanzo. E quindi ci ritroveremo ad aprire il libro, leggerlo e rimanerne sconvolti pensando "Allora dalla trama non avevo capito proprio nulla".

In questo libro conosciamo all'inizio Auburn Mason Reed: trasferitasi in Texas da Portland per avvicinarsi a una persona che ama. Lavora in un salone per parrucchiere insieme ad Emory la sua coinquilina e sua grande amica. Poco prima di compiere ventuno anni  vediamo una Auburn  fragile,delicata ma al tempo stesso molto matura per la sua età e andando avanti con la lettura scopriremo quali fattori hanno portato ad alcune scelte.
Il nostro protagonista maschile è Owen Mason Gentry (e non vi svelo nulla sul giochetto del secondo nome)  un’anima ferita, che nonostante all'inizio sembri il tipico cattivo ragazzo, si rivelerà tutt'altro. Gestisce una galleria d’arte un po' strana, dove espone solo i suoi quadri e il primo giovedì del mese, li vende al pubblico. Ed è qui che entra in gioco Auburn che passando davanti l'entrata della galleria, scorge un cartello con la richiesta di assunzione di un’impiegata che lo aiuti.
Ora sembra scontato chiedersi, che tipo di quadri dipinge Owen? Ed è qui il lampo di genio della Hoover; ciò che Owen dipinge sono  “confessioni”: le idee nascono nella sua testa da foglietti di carta anonimi, lasciati per lo più da sconosciuti, che gli vengono recapitati attraverso un buco nella porta del suo studio. Fra i due ragazzi l’intesa è immediata e travolge piano piano entrambi. Ma Owen ha un segreto che non riesce a rivelare nemmeno ad Auburn, e lei vuol tenersi ben lontana dai problemi del ragazzo.

I personaggi di questo romanzo non sono finiti qui, c'è infatti anche Lydia, che fino a quasi metà trama non capiamo bene chi sia, ma che scopriremo essere un personaggio determinante per la vita di Auburn. Infine c’è Trey, un poliziotto che da subito intuiamo un po' infido e che farà di tutto per tenere lontani Auburn e Owen.

‘Ti amerò per sempre. Anche quando non potrò.’

Che dire, amo come la Hoover mescoli la scrittura ad altre forme d’arte: la musica, la poesia, e questa volta la pittura, rendendo il tutto indispensabile per cogliere a fondo il vero significato del romanzo, creando così delle vere "opere d'arte".
Beh, che dirvi, non vi resta che correre in libreria e farvi trascinare da questa storia meravigliosa!
A presto! - Ale

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos