domenica 21 agosto 2016

Recensione: "Stepbrother Dearest" di Penelepe Ward

Pubblicato da AlessiaM a 19:03:00

Stepbrother Dearest by

Trama: Non dovresti volere colui che ti tormenta. Quando il mio fratellastro, Elec, venne a vivere con noi durante il mio ultimo anno, non ero preparata alla sua cattiveria. Odiavo che se la prendesse con me perché non voleva stare con noi. Odiavo che si portasse le ragazze della nostra scuola nella sua stanza. Ma ciò che odiavo di più era lo sgradito modo in cui il mio corpo reagiva al suo.All’inizio, pensavo che ad attirarmi fossero i suoi addominali tatuati e scolpiti ed il suo volto cesellato. Poi, le cose tra noi iniziarono a mutare, e tutto cambiò in una notte. Era entrato nella mia vita così velocemente ed altrettanto fece tornando in California. Passarono degli anni prima di rivedere Elec. Quando la tragedia si abbatté sulla nostra famiglia, dovetti affrontarlo di nuovo. E diamine, il ragazzino che mi fece impazzire oramai era un uomo che mi faceva impazzire.
Ebbi la sensazione che il mio cuore stava per essere spezzato di nuovo.

Stepbrother Dearest is a standalone novel.  
**Contains graphic sexual content and harsh language. It is only appropriate for adult readers age 18+ 

Recensione: Non sono assolutamente di parte nel dire che adoro questa autrice e ho amato questo romanzo. La storia di Greta e del fratellastro Elec mi ha completamente folgorata, una storia dolce, sensuale, passionale, un mix di emozioni che ti scoppiano nel petto. Una delle cose che più mi è piaciuta è la caratterizzazione perfetta secondo me dei personaggi, l'aver costruito una storia pezzo per pezzo, senza affrettare nulla. L'autrice la divide in due parti e la seconda inizia dopo un salto temporale di 7 anni: si conoscono da adolescenti, si ritrovano poi da adulti. Tra i due è subito odio dal loro primo incontro, Elec non fà altro che tormentarla, prenderla in giro, fà di tutto insomma per farsi detestare. Lei invece, non vuole assolutamente cedere e fare il suo gioco e ad ogni offesa o scherzo, risponde sempre con la sua dolcezza e gentilezza, e questo non fà altro che innervosire lui ancora di più.  Lei in realtà dal primo momento che lo ha visto, ha sentito scoccare una scintilla, in lui c'è qualcosa che l'ha sempre attratta, e a volte non riesce proprio a nascondere ciò che sente e spesso Elec se ne approfitta. Lei però, sente che lui nasconde qualcosa, forse quel suo atteggiamento è tutta una messa in scena, una barriera, un muro eretto per non far trapelare ciò che sente davvero: in realtà anche Elec ha sempre sentito una forte attrazione verso di lei, ma il loro è un amore impossibile. Perchè vi chiederete? Ebbene, ho tralasciato fino ad ora un piccolo, grande particolare: i due sono diventati fratellastri!!! La mamma di Greta infatti è la nuova compagna di suo padre, e le due arriveranno così a sconvolgergli completamente la vita! Da quel momento in poi infatti i due, complice la convivenza forzata, tenteranno in tutti i modi di resistere, ma mentre la loro mente dirà una cosa, il corpo vorrà tutt'altro; finchè un giorno una chiamata inaspettata, non distrugge tutto ciò che c'era di buono tra loro. 



E' proprio a questo punto che il salto temporale, ci fà vedere anni dopo come sono continuate le vite di questi due ragazzi, quali ingiustizie la vita ha riservato loro, a volte anche a causa della loro cecità. In questi momenti avrei tanto voluto avere la possibilotà di entrare nel libro, dare due sberle ciascuno e dire: "Avanti!! Ma che cosa aspettate!! Non siate così stupidi!"... Ciò che accade in questa seconda parte del romanzo però, non posso proprio dirvelo, perchè è frutto di tutta una serie di cose, una concatenazione di eventi, azioni, che stanno insieme e che possono essere comprese solo se lette in prima persona. La cosa che più ho adorato, è stata l'ultima parte del romanzo, quando finalmente possiamo "sentire" parlare lui, possiamo leggere direttamente tutto ciò che ha provato, tutto ciò che ha sentito in tutti questi anni. Non ho potuto far altro che percepire una grande dolcezza in questo romanzo, nascosta sotto tutto quel dramma e quelle scene travolgenti da fiato sospeso, mi ha rapita completamente, e a fine lettura mi ha lasciato un vuoto dentro che proprio non vuole andar via!!

Vi lascio come sempre alla citazione, e continuate a leggere per scoprire  due fantastiche notizie!! 


"Voglio essere il primo a mostrarti tutto ed essere l'unico che ricorderai sempre, per il resto della tua vita!"



Ed ora veniamo alla prima notizia: la nostra Penelope continua a sfornare opere fantastiche, la più recente uscita il 15 Agosto è Neighbor Dearest. Vi suona familiare questo titolo?? Ebbene, pur non essendo la continuazione di Stepbrother, che vi ricordo è uno Standalone, come potete vedere dalla cover qui sotto richiama molto questo libro, ed anche la protagonista non ci sarà affatto sconosciuta!! Ma per poter capire chi è, non dovete far altro che leggere Stepbrother Dearest, e tutto vi sarà più chiaro!! Vi lascio alla cover e alla trama di questo nuovo romanzo Standalone.

Notizia numero due: Sono stati acquistati i diritti di Stepbrother Dearest dalla tre60, quindi prossimamente potremo trovare nelle nostre librerie e nei nostri Kinlde questa bellissima storia!! Non aspettiamo altro.


Neighbor Dearest by

Trama: Dopo essere stata scaricata, l'ultima cosa di cui avevo bisogno, era di trasferirmi accanto a qualcuno che mi ricordava il mio ex, Elec. Damien però era una versione più eccitante del mio ex. Il mio vicino, da me rinominato “Artista incazzato”, aveva anche due grossi cani che mi tenevano sveglia con il loro abbagliare. Lui non voleva avere nulla a che fare con me. O almeno cosi pensavo fino a quando una notte ho sentito delle risate provenire da un evidente buco nel muro della mia camera da letto. Damien aveva ascoltato tutte le mie sedute telefoniche con il mio terapista. L’artista sexy della porta accanto adesso conosceva tutti i miei più profondi segreti e le mie insicurezze.Abbiamo iniziato a parlare. Mi ha insegnato dei trucchi per superare la mia separazione.È diventato un buon amico, ma Damien ha messo in chiaro che non sarebbe stato nulla di più. Il problema era che io mi stavo innamorando lo stesso follemente di lui. E per quanto lui mi allontanava, sapevo che sentiva le stesse cose…perché il battito del suo cuore non mentiva. Pensavo che il mio cuore fosse stato distrutto da Elec, ma era vivo e batteva più forte che mai per Damien. Speravo solo che non lo riducesse in mille pezzi.


Alla prossima! Baci <3

1 commenti:

Enrico Teodorani on 23 agosto 2016 22:04 ha detto...

Buon fine agosto!

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos