venerdì 21 aprile 2017

Recensione: "Cursed" di Sara De Rosa

Pubblicato da AlessiaM a 17:39:00


Ben ritrovati readers!! Oggi siamo qui con la recensione di un Paranormal Romance Made In Italy e grazie all'autrice vi lasciamo anche dei Teasers !!

Titolo: Cursed
Autrice: Sara De Rosa
Genere: Paranormal Romance
Editore: Self publishing
Serie: Autoconclusivo
Data di uscita: 4 marzo 2017
Disponibile in ebook prezzo 1,99€ su tutti gli store e formato cartaceo prezzo 9,90€ su amazon

Trama:  Su un'isola al largo della Scozia, in una notte molto speciale, la notte di luna viola, nasce Shayla.
Le antiche streghe aspettavano con grandi speranze colei che, essendo nata sotto l'influsso della luna viola, si credeva dovesse essere la strega più potente degli ultimi cinque secoli.
Ma non fu così. Nel corso degli anni le streghe si sono rassegnate. Non solo Shayla non ha alcun potere, ma porta con sè una maledizione che la spinge ad isolarsi e sentirsi l'unica diversa, in un'isola governata da streghe.
Sentendosi sempre fuori posto, quando le si presenta l'occasione, Shayla parte con la sua migliore amica Alana alla volta del castello reale. Ma altri inquietanti eventi scombussolano la vita di Shayla, infatti,da un po' di tempo a questa parte, in tutta l'isola scompaiono e muoiono sempre più streghe e Shayla continua ad avere inquietanti sogni...sogni di morte.
Tra balli, misteri e nuovi amori, riuscirà Shayla a scoprire quali segreti si celano dietro a queste sparizioni? E soprattutto una volta conosciuto l'amore, sarà in grado di rinunciarvi per proteggere se stessa e la persona che ama?

Recensione: Cursed inizia con un sacrificio, un sacrificio fatto per amore; ed è proprio questo quello che sarà il tema portante di tutta la storia: l’Amore, quello vero, puro e incondizionato, senza misura.
Fin da subito conosciamo la protagonista, Shayla una strega che trascorre spensierata le giornate passeggiando e intrattenendosi con la sua amica Alana. Fin dalle prime pagine però, è subito chiaro che Shayla è speciale, diversa da tutte le altre streghe della città di Ysbrid; ma per lei questo suo essere diversa in realtà rappresenta una maledizione.


Tutto il popolo delle streghe si riunisce alla festa della luna, organizzata per rendere omaggio a Gaelach e sua figlia Melyor (coloro che li hanno creati);  ma quello per Shayla è l’ennesima occasione che le ricorda che lei a differenza di tutti gli altri non ha nessun potere o abilità particolare e dunque non è utile in nulla.

Sarà poi Alana, la sua migliore amica a dare il via a una serie di eventi che porteranno all’incontro con il principe Aiden, un incontro si potrebbe dire, voluto dal destino. E così, proprio Shayla che negli ultimi anni a causa di alcune brutte esperienze si era chiusa in se stessa decisa a non farsi mai coinvolgere dall’amore, si ritrova a dover fare i conti con questi nuovi sentimenti e sensazioni del tutto sconosciute.


 “ Ha corti capelli castani un po’ spettinati e dei magnifici occhi verdi. Rimango lì, a fissarlo, senza sapere che dire.”


Ma Shayla, è combattuta: segnata dal suo passato, sente da un lato il dovere di non lasciar avvicinare Aiden e rimanere il più distaccata possibile per proteggerlo. Dall’altro lato però Aiden la conquista giorno per giorno, con la sua dolcezza, semplicità e con la sua sincerità e questo le rende davvero difficile non lasciare che i sentimenti abbiano la meglio.


“ Ma come si fa a mantenere le distanze quando lo sento così vicino? Come è possibile sentirsi così attratti da qualcuno? Come è possibile provare dei sentimenti così forti? Che sia...amore?”


Ad arricchire la trama vi sono poi una serie di personaggi e un velo di mistero che portano avanti la storia in modo fluido e discorsivo; ti spinge ad andare avanti e leggere ogni pagina con la speranza che vengano soddisfatte delle curiosità o situazioni non chiare. Ed è proprio quello che succederà andando avanti con la storia, molti segreti verranno svelati e alcune cose si riveleranno l’opposto di quello che sono sempre sembrate.
Verso l’ultima parte del romanzo il ritmo sarà ancora più incalzante e la storia volgerà naturalmente verso la conclusione sperata; arriverà anche la resa dei conti e Shayla ed Aden dovranno affrontare delle difficili prove. Il tutto porterà allo scontro finale con Cador che scopriamo essere proprio il padre di Shayla, dal quale la sua vera madre (ovvero Melyor), ha sempre cercato di proteggerla.  
L’epilogo è la degna conclusione di questa storia e una piccola lacrima mi ha quasi solcato il viso nel rendermi conto che era arrivato il momento di lasciar andare questi personaggi e questa storia che mi sono davvero piaciuti.


Concludo dunque consigliandovi vivamente questa storia e vi saluto dandovi appuntamento alla prossima recensione! - Ale

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos