martedì 6 giugno 2017

Presentazione: "La mia gara con te" di Sonia Gimor

Pubblicato da AlessiaM a 12:24:00
Ben trovati Readers! In attesa del secondo volume di questa duologia, vi lasciamo la presentazione del romanzo "La mia gara con te" di Sonia Gimor, uscito tempo fa come self e poi successivamente in una nuova veste grazie alla Gilgamesh Edizioni.

Titolo: La mia gara con te
Autrice: Sonia Gimor
Editore: Gilgamesh Edizioni  
(INANNA - Collana romance)
Link d'acquisto: AMAZON

Trama: Luca, trent’anni , dopo aver vinto le olimpiadi invernali, decide di ritirarsi dalla sua brillante carriera nel pattinaggio artistico. Poco dopo incontra una giovane pattinatrice, Giulia, e con lei inizierà la sua esperienza di allenatore.
La ragazza però non è una pattinatrice qualsiasi e Luca se ne renderà conto molto presto.
I due protagonisti si troveranno a fare i conti con la forte attrazione reciproca, con il rischio derivante da una relazione tra di loro e con un passato che porterà a galla delle situazioni che pensavano entrambi passate per sempre. 


ESTRATTO  

«…so di non esserti indifferente. Lo vedo da come mi guardi, sai?» sussurra, e il suo respiro caldo mi accarezza il viso.
«Perché, come ti guardo?» riesco a chiedergli, mentre il cuore rimbalza inesorabile all’interno della cassa toracica e non c’è modo di calmarlo. Nessuno mi aveva mai detto delle cose simili, e che il primo a farlo sia stato proprio Luca, rende questo momento il più eccitante e speciale della mia vita.
Lui sorride e si avvicina ulteriormente, come sempre perfettamente padrone della situazione, e il suo naso mi sfiora. Se avanzasse ancora di un centimetro, le nostre bocche si incontrerebbero: «Con desiderio. Il tuo è un interesse adulto, da donna, non certo da bambina. Dio, ma davvero non senti la tensione che c’è tra noi? Sono sicuro che la percepisci anche tu. Ora però vai a dormire prima che questa conversazione diventi pericolosa. Domani ti aspetta una lunga giornata di allenamento»
 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos