domenica 9 luglio 2017

Recensione: "La Casa nel Bosco" di Selene Piana

Pubblicato da AlessiaM a 15:51:00

Ben trovati ad una nuova recensione per la rubrica Self, Made In Italy! Si tratta di "La Casa nel Bosco" di Selene Piana.


Titolo: La Casa nel Bosco 
Autore: Selene Piana 
Casa editrice (o se autopubblicato): self publishing 
Genere: narrativa young adult 
Prezzo: 2,99 (ebook), 10,40 (cartaceo) 
Formato (se cartaceo o ebook): sia cartaceo che ebook 
Data di uscita: giugno 2017

Trama: Una promessa che Bianca e Lea si erano fatte un anno prima...
Genova, maggio. In attesa della maturità, le due amiche organizzano un viaggio sulle Alpi Liguri, da fare subito dopo gli esami. Al progetto si uniscono i loro compagni di classe Sabrina e Matteo, che a loro volta invitano altre persone.
In sette, tra battibecchi e ironia, la partenza si avvicina.
Ma è solo in montagna, nella casa nel bosco dello zio di Bianca, che i loro rapporti iniziano a mutare: Fausto e Salvo perdono la testa per Sabrina, Berenice - in balia del primo amore - li stressa con il violino, l'ostilità tra Bianca e Matteo si trasforma prima in odio, poi in attrazione, in una spirale senza fine... Lea, innamorata di Salvo, vede in Sabrina una rivale di cui liberarsi.
Escursioni, lezioni di equitazione, litigi e passioni rendono la vacanza movimentata. Finché, lontani dalla civiltà, nel silenzio e nella natura, fuori dal mondo tecnologico in cui sono cresciuti, i ragazzi sentono risvegliarsi in loro istinti sopiti che non sapevano di avere. Sfocerà nel sangue. 



Recensione: “La casa nel bosco” è un romanzo ricco di personaggi, di vicende e di eventi: tante sono le storie che si intrecciano tra di loro e tanti i ragazzi coinvolti, in balia dei loro sentimenti, della spensieratezza tipica della giovinezza, pieni di energia e vita ma inclini anche a farsi lasciare trasportare dagli eventi.

Tutto parte da una promessa che Bianca e Lea si erano fatte un anno prima, così le due amiche organizzano un viaggio sulle Alpi Liguri, da fare subito dopo la maturità. Una chiacchiera tira l’altra e alla fine al loro viaggio si uniscono anche altre persone tra cui due loro compagni di classe Sabrina e Matteo. 

Partita come una tranquilla vacanza, nessuno immagina cosa accadrà una volta arrivati in montagna nella casa nel bosco dello zio di Bianca: sarà proprio lì che i loro rapporti s’incrineranno, si scontreranno, si rinforzeranno e si troveranno spesso a dover trovare un punto d’incontro per sopravvivere. Tutto ciò renderà movimentata quella che era stata pensata come una vacanza tranquilla e rilassante che sembrerà essere proprio arrivata al momento giusto. 

Il romanzo è alla portata dei più giovani anche perché i protagonisti sono degli adolescenti e ragazzi in cui è facile rispecchiarsi ora o vedere la sé del proprio passato; le loro azioni spesso arrepentate, immediate, fatte senza pensare alle conseguenze e all’importanza che anche i gesti più piccoli possono avere per le altre persone. 

Decise che non le importava, no, non le importava di Lea, non le importava di nessuno di loro. Voleva solo che Bianca stesse bene, in fondo era anche colpa sua se era fuggita via piangendo.

Lo stile fresco e semplice, la descrizione dei luoghi e dei paesaggi ti catapulta completamente nella storia che ha per una parte del suo corso un tono divertente e tranquillo ma che poi cambierà ad un certo punto. 

Assottigliando gli occhi, Berenice riconobbe le loro sagome chine su qualcosa, qualche animale che veniva divorato da loro.
Vide la testa di uno di loro puntata verso di lei.
Loro sapevano che lei era lì, sapevano che li stava spiando. Cosa le avrebbero fatto, ora? Cosa avrebbe dovuto fare lei?
Si sentì morire.
Sì, la morte sembrava camminarle accanto, doveva essere così.


Non vi dico altri particolari di questa storia perché dovrete leggerla per capire cosa succede e come gli eventi si incastreranno e seguiranno gli uni agli altri. Nonostante non rispecchi il genere che sono solita leggere, è comunque una lettura che puùò essere affrontata tranquillamente per trascorrere il tempo. Buona lettura e alla prossima recensione!

VALUTAZIONE

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos