mercoledì 12 giugno 2019

REVIEW PARTY: "Tracce profonde lungo il fiume" di Ornella De Luca - Recensione

Pubblicato da AlessiaM a 09:00:00

Ben trovati! Oggi vi parliamo dell'ultimo romanzo della Orphanage serie di Ornella De Luca, "Tracce profonde lungo il fiume" che ha come protagonista Igor è disponibile dal 10 giugno (Sia in cartaceo che in digitale su Amazon). 

Titolo: Tracce profonde lungo il fiume
Autrice: Ornella De Luca
Editore: Self
Serie: #5 The Orphanage 
Data di pubblicazione: 10 Giugno 2019
Prezzo: 0,99 euro
Genere: Contemporary Romance

Trama: Dai boschi della Russia alle Ghost Town americane, un viaggio sia fisico sia mentale sulle colpe e le imperfezioni che non perdoniamo a noi stessi.

Igor Krovopuskov è ancora, ostinatamente, single.
Tutti i suoi amici sono andati avanti, hanno detto addio ai fantasmi del passato e, da orfani quali erano, hanno trovato una famiglia su cui poter contare. Ma Igor non ci pensa proprio.
L’amore è solo un’altra di quelle favole che non ha mai ascoltato da bambino, alle quali nessuno gli ha dato la possibilità di credere.
È ancorato con le unghie e con i denti alla sua vita da lupo solitario e a ciò che l’orfanotrofio ha sempre rappresentato per lui: l’unico luogo sicuro in cui abbia mai vissuto.
In lui convivono sia “l’Orso”, la testa calda più temuta di Boston, sia il ragazzino che mormora parole in russo durante la notte. Quale delle due parti prevarrà sull’altra? Ma soprattutto: a chi appartiene il nome che Igor evoca durante i suoi incubi peggiori? Chi è Nikolay?

Una matassa di capelli blu, occhiali da vista a fondo di bottiglia, piercing al naso e vestiti vintage: Marlena Zara Sharon è il risultato più improbabile dell’incontro fra antico e nuovo, una nerd mascherata da punk che ha smesso di vivere la sua vita dieci anni prima.
Quando ha perso tutto ciò che aveva ed è rimasta da sola ad arrancare nel mondo. “Arrancare” nel senso più letterale del termine, visto che Marlena è costretta a zoppicare ed è oggetto del più bieco bullismo da sempre.
Sarà una rapina nel negozio d’antiquariato dove lavora a darle la spinta a cambiare qualcosa e a lottare per la prima volta per ciò che non può sopportare di perdere. E il furto di un prezioso manufatto sarà la causa di un viaggio attraverso gli Stati Uniti con un’insolita compagnia…

Tracce profonde lungo il fiume è uncontemporary romance “on the road”; a ogni tappa una nuova scoperta di sé, fino a una straordinaria, commovente, chiusura del cerchio.
Tracce profonde lungo il fiume è il quinto e ultimo romanzo autoconclusivo della serie The orphanage, che segue le vicende di cinque amici, cresciuti insieme nella spettrale “Villa Sullivan”.


Recensione: Incredibile, ma eccoci qui. Siamo arrivati all'ultimo volume di questa serie che ho visto nascere mese dopo mese, romanzo dopo romanzo e piano piano me ne sono immancabilmente affezionata perché tutti i suoi protagonisti, nessuno escluso, mi sono entrati sotto pelle e li ho amati indifferentemente, pregi e difetti inclusi. Ora dire addio e salutarli è un po' triste ma pensiamo a quanto ci hanno donato, con le loro storie e le loro sfaccettature, le loro emozioni e paure ma soprattutto ci hanno mostrato sempre che la via dell'amore è sempre quella giusta, anche se ovviamente non senza aver prima affrontato delle difficoltà.
Per quest' ultimo volume tocca a Igor e Marlena raccontarci la loro storia.
Igor è l'ultimo rimasto del gruppo di amici di Villa Sullivan, l'unico rimasto ancora ancorato al passato: mentre infatti gli altri sono riusciti ad andare avanti, a voltare pagina e soprattutto a lasciarsi andare all'amore, lui proprio non ci riesce, o meglio, non vuole. Perchè in realtà non lo ha mai conosciuto e non sa cosa significhi amare ed essere amati, volere prima il bene dell'altro che il proprio ed essere disposti a sacrificarsi per quella persona. Si sente sempre solo, perso in un mondo nel quale non riesce a trovare il suo posto e solo quella che per lui un tempo era casa, l'orfanotrofio, lo riesce a far sentire calmo. Ma Igor ha tanto da dare, deve solo accettarlo e avvicinarsi all'amore. Lui è bellissimo e perfetto così: barba folta e capelli lunghi, con quell'aspetto da duro e lo sguardo imperturbabile, con le sue cicatrici e debolezze, con quella sensibilità e quella dolcezza di cui è capace e che scalpitano per uscire. Un connubio perfetto di forza e delicatezza, di cuore e testa, di caparbietà e altruismo. Igor è però vuoto dentro, non si racconta a nessuno né si lascia avvicinare, nasconde ciò che cela nel cuore e quel bisogno di affetto che non ammette neanche a se stesso ma quando incontra lei, tutto cambia.
Marlena è un rompicapo vivente: bella, intrigante e brava a mascherare le sue emozioni. Nel suo aspetto eccentrico e particolare cerca di nascondere le sue debolezze per spostare l'attenzione dai suoi difetti, da quelle che considera imperfezioni e che tutti non mancano di farle notare. Con i suoi capelli blu però attira subito l'attenzione ma sono i suoi occhi, pieni di ombre e sfumature, a raccontare il suo vissuto. Anche lei ha un passato particolare e doloroso e oggi, sola al mondo, cerca di andare avanti nonostante il vuoto nel petto e quel 'difetto' che odia. E' sempre all'erta e pronta ad attaccare prima di essere attaccata, a sfidare e lanciarsi nel vuoto prima di essere ferita perché ha già troppo subìto fin ad oggi. Ma il destino ancora una volta la sottopone ad una prova ed uno sfortunato evento la porterà a mettere tutto in discussione e lanciarsi in un nuovo viaggio con uno scopo ben preciso. Un viaggio che non sarà solo fisico ma anche formativo, durante il quale imparerà tanto su se stessa e sul mondo ma soprattutto, un viaggio durante il quale ci sarà lui. Ed è così che dopo tanto tempo, non si sentirà più sola perché la sua presenza riempie tutto, nel bene o nel male.      


"Mi sentivo nervoso e messo alle strette. Un paio di volte, in passato, mi era capitato di dover sgonfiare come un palloncino d’elio le speranze di qualche malcapitata che mi avesse fatto una dichiarazione d’amore epica. Eppure in quel caso, a parte che non desideravo affatto liberarmi di Marlena, sembrava piuttosto che fosse lei sul punto di liberarsi di me."
 
 
Igor e Marlena, comprenderete bene, sono agli antipodi sia fisicamente che caratterialmente eppure riescono a trovare, tentativo dopo tentativo, il modo per capirsi e comunicare. Non sarà facile, certo, perché entrambi hanno dei caratteri molto forti e fin dal primo incontro iniziano a punzecchiarsi, litigare e lanciarsi battute irriverenti. Ma più passano il tempo insieme e più si conoscono e, sotto quella tensione e i loro contrasti, inizia a crescere poco a poco una forte amicizia e un legame profondo...ma ci sarà poi spazio anche per l'attrazione e una passione che non lascia scampo.
La vena ironica ed irriverente non abbandona mai il romanzo, nonostante i toni cambino lentamente e diventino più seri e profondi, intensi ed emozionanti. E così Igor e Marlena ci mostrano tutta la loro sensibilità e profondità, il loro cuore buono e la loro gentilezza che però nascondono agli estranei.
Ma riusciranno a mettersi davvero a nudo senza più segreti né bugie ed esprimendo invece ciò che sentono e provano davvero?!
Come sempre l'autrice ha creato dei personaggi completi a 360 gradi, sviluppati anche nella psicologia: i loro pensieri, le loro idee e le loro emozioni arrivano dritte al lettore e sorprendono per la loro profondità e intensità. Due anime spezzate che si curano a vicenda, due cuori distrutti che iniziano a battere di nuovo, in simbiosi. 
Lo stile è fresco, intenso e diretto, la narrazione curata e senza filtri ed il lettore non può fare a meno di tuffarsi completamente nella lettura. Paesaggi, luoghi, emozioni e desideri vengono ritratti egregiamente dalla penna dell'autrice che ha sempre dato il massimo, ma a mio dire in quest'ultimo volume si è superata. Niente è mai scontato o banale, in questo come nei suoi precedenti romanzi e si percepisce chiaramente l'impegno, la passione e l'amore investito nella scrittura. Una storia completa dove mistero, passione, ironia, suspense e amore si intrecciano perfettamente e in cui segreti ed enigmi vengono svelati pezzo dopo pezzo per arrivare poi, verso il finale, a completare il puzzle. Una degna e perfetta conclusione per una serie che ho amato e che, devo ammetterlo, mi mancherà un sacco. - Ale
 
 
VALUTAZIONE  
 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos