martedì 23 maggio 2017

Recensione: "Suo" di Monica Miller

Pubblicato da AlessiaM a 21:00:00

Ben trovati readers! Oggi vi parliamo di "Suo" di Monica Miller, primo volume della serie Spin-off di Pepe Nero, scritta con Laura Lewis. Scoprite con noi questa storia!

Titolo: Suo 
Autore: Monica Miller 
Formato: Ebook / Cartaceo 
Prezzo: 2,99 € 
Editore: Self-publisher 
Genere: Erotic Romance 
Serie: Spin-off #1, Pepe Nero 

Trama: Il mio nome per esteso è Matthew Morgan, ma tutti mi chiamano Matt e questa è la mia storia, tutta la mia storia... O almeno le parti importanti.
La mia vita è fatta di ombre. Alcune me le sono andato a cercare, le ho volute, desiderate. Come un drogato ero sempre in cerca di una dose della mia eroina, ne avevo bisogno per stare meglio anche se sapevo che dopo, in realtà, sarei stato peggio. Altre mi sono semplicemente piovute dal cielo, dono di un dio che ho odiato per tanto tempo e che, alla fine, ha deciso di ricompensarmi donandomi la luce che ha rischiarato la mia oscurità.
 Una unica luce così luminosa da essere accecante, da farmi paura. Ho provato in tutti i modi a spegnerla con la mia solitudine, a soffocarla con la mia rabbia, ma Lei è stata più forte di me e di tutto ciò che la vita ci ha messo davanti. 
Lei è la Mia Piccola Sognatrice. Imparerete a conoscerla e ad amarla come la amo io. 

La mia è la storia di un uomo comune con tante domande e nessuna risposta. Vi farò entrare nella mia testa, che assomiglia ad un condominio affollato da un numero imprecisato di voci e contraddizioni. Siete pronte per questo viaggio?

Recensione: Una delle particolarità di questo romanzo, è la narrazione dal punto di vista maschile: è con la voce di Matt, il protagonista, che attraverso i suoi ricordi e racconti veniamo guidati nella lettura. Sebbene egli ora sia un giovane di soli 24 anni che all’apparenza vive una bella vita, in realtà il suo passato è tutt’altro che felice.
Fin da piccolo ha dovuto fare i conti con una madre assente e con la separazione dai suoi fratelli; un passato che torna spesso ad incidere nel suo presente e a chiederne il conto. Matt ha dovuto affrontare la fame, la povertà, la solitudine ma non si è mai arreso ed è proprio quando è molto piccolo che conosce il suo migliore amico David. Quel bambino e i suoi genitori, sapranno essere per Matt la famiglia che non ha mai avuto e proprio in quella famiglia crescerà amato e accolto da tutti. E' entrando in quella famiglia che conosce Beth, la sorella di David, il cui sorriso lo ha stregato, fin da quando lui aveva 11 anni e lei appena 5 e con gli occhi dell’innocenza lo scrutava e osservava.  Matt è dovuto crescere in fretta, sperimentando tante prime volte spesso troppo presto, come ad esempio la perdita della sua verginità avvenuta con una ragazza a cui stava recapitando una consegna per il minimarket nel quale lavorava. E’ con lei che per la prima volta e poi a lungo tempo, sperimenta il piacere fisico, l’abbandono completo alle sensazioni provate e al desiderio: è quello l’unico modo che trova, l’unico luogo in cui rifugiarsi per sottrarsi alle difficoltà che tutti i giorni è costretto a vivere e che in quei momenti, riesce per poco a dimenticare.
Col passare del tempo, Matt si è convinto di essere incapace di amare e non si sente degno di essere oggetto dell’amore di qualcuno, per questi motivi quando capirà di provare per Beth, (che ora ha 18 anni) dei sentimenti forti e mai provati prima, tenterà in ogni modo di ignorarli. Anche Beth è da sempre innamorata di lui: spesso è talmente trasparente e chiara da renderlo evidente a tutti ma Matt è convinto che lei meriti di più. Arriverà però un momento in cui sarà impossibile ignorare i suoi sentimenti e Matt egoisticamente prenderà quello che ha sempre desiderato abbandonandosi ad un amore forte e  folle.


Ogni storia d’amore però ha spesso bisogno di essere messa alla prova e soprattuto affinchè entrambe le persone coinvolte possano dimostrare di essere sincere e degne di tale sentimento; le cose tra Matt e Beth non saranno facili, ma spesso i due ci sorprenderanno con la loro estrema dolcezza e delicatezza e diventeranno l’uno il punto di forza dell’altro.
Importanti nella vicenda saranno anche i suoi amici: David, Eric e tutti gli altri personaggi che incontreremo nella storia e che conosceremo attraverso i suoi ricordi; ognuno di loro saprà rivelarsi d’aiuto a Matt nel momento in cui si troverà a faccia a faccia con quei nuovi sentimenti e sentirà il bisogno di confidarsi con qualcuno. Eric saprà trovare le parole giuste per calmarlo e per fargli guardare tutta la situazione da un'altra prospettiva:

«Tu, amico mio, sei una delle persone migliori che conosco. Tu sei un
guerriero, tu non ti sei mai arreso. Tu sei affamato di tenerezza e solo lei potrà
nutrire quella parte di te. Lei sarà anche un angelo caduto, sarà anche innocente,
ma non farti idee sbagliate perché lei è forte. È una ragazza che non molla mai la
presa e se c’è una donna che può percorrere la strada che porta al tuo cuore,
quella è lei. Puoi scappare, se vuoi, puoi riempirti il letto di donne e
          sopravvivere, ma solo con lei riuscirai finalmente a vivere.»”

Il pericolo e il male però sono sempre in agguato e quando le cose sembreranno andare per il meglio, un evento sconvolgerà le loro vite e l’oscurità tenterà di nuovo di inghiottire Matt. Beth si troverà coinvolta in una situazione più grande de lei e venirne a capo sarà difficile, dovrà capire se è disposta a fidarsi dell’uomo che ama e ignorare le voci di chi vuole il loro male;  Matt dovrà fare tutto il possibile e oltre per riconquistare la sua fiducia, ma ormai gli sembra impossibile ed abbandonarsi all’oscurità è più facile. La storia continuerà tra azione e colpi di scena fino a condurci all'ultimo e decisivo capitolo di questa storia.

Devo confessarvi che arrivata alla conclusione dell’epilogo, ero letteralmente in un mare di lacrime: l’autrice è stata capace di farmi entrare talmente in sintonia con i personaggi da farmi avere la sensazione di vivere io stessa ciò che provavano. Matt è rimasto inciso nel mio cuore, l’ho visto crescere, maturare e cambiare per amore, l’ho visto continuare a sbagliare ma non dubitare mai del suo sentimento per Beth. Il finale mi ha colta alla sprovvista e lasciata completamente sconvolta, un epilogo dolce-amaro che mi ha fatto apprezzare ancora di più lo stile dell’autrice che con la sua chiarezza e semplicità riesce ad arrivare al lettore.
Vi consiglio questa lettura e vi assicuro che non potrete fare a meno di innamorarvi di Matt, ma vi avverto: preparate i fazzoletti perché mentre sul volto viso si aprirà un leggero sorriso sarete costretti ad asciugare una lacrima. 


“La verità è che non c’è verità, che nessuno se ne va mai per davvero e nessuno resta per sempre.”
 

Ora vi saluto e vi do appuntamento alla prossima recensione! - Ale
 
 

0 commenti:

Posta un commento

 

365 Days Of Books Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos